Il MoMA PS1 cerca un Direttore Mostre. Dovrà gestire un calendario di 4-8 grandi esposizioni all’anno, al fianco del management del museo di New York

Almeno 5-7 anni di esperienza nella gestione di programmi espositivi complessi, compresa l’analisi finanziaria, l’assicurazione nel campo delle belle arti, la pianificazione strategica e il budget; ovviamente una laurea in storia dell’arte e la conoscenza delle comuni pratiche museali in materia di prestito e di registrazione: è tutto quello che serve per diventare il nuovo […]

Almeno 5-7 anni di esperienza nella gestione di programmi espositivi complessi, compresa l’analisi finanziaria, l’assicurazione nel campo delle belle arti, la pianificazione strategica e il budget; ovviamente una laurea in storia dell’arte e la conoscenza delle comuni pratiche museali in materia di prestito e di registrazione: è tutto quello che serve per diventare il nuovo Direttore Mostre del MoMA PS1 di New York, dopo l’invio di un curriculum e di una lettera di presentazione. Il candidato che otterrà il ruolo affiancherà il Curatore e il Direttore Associato Mostre e Programmi, in stretta sinergia con il Direttore Klaus Biesenbach, con il compito di sovrintendere un calendario di 4-8 grandi mostre all’anno, più una serie di mostre più piccole. Il MoMA PS1 è una delle più antiche e prestigiose istituzioni d’arte contemporanea non-profit degli Stati Uniti che, a differenza di un museo più attento alla conservazione della sua collezione, funziona come un catalizzatore di nuove idee e nuove tendenze dell’arte contemporanea. Per questo motivo è richiesto anche un alto grado di abilità organizzativa e la capacità di gestire più progetti in diversi stadi di sviluppo, per permettere a questo vero e proprio laboratorio artistico di continuare a diffondere le proprie ricerche ad un pubblico internazionale.

Claudia Giraud

http://jobs.artribune.com/job_offers/director-of-exhibitions/140655.php

CONDIVIDI
Claudia Giraud
Nata a Torino, è laureata in storia dell’arte contemporanea presso il Dams di Torino, con una tesi sulla contaminazione culturale nella produzione pittorica degli anni '50 di Piero Ruggeri. Giornalista pubblicista, iscritta all’Albo dal 2006, svolge attività giornalistica per testate multimediali e cartacee di settore. Dal 2011 fa parte dello Staff di Direzione di Artribune (www.artribune.com ), è responsabile dell'area Musica e cura, per il magazine cartaceo, la rubrica musicale "Art Music". E’ stata Caporedattore Eventi presso Exibart (www.exibart.com). Ha maturato esperienze professionali nell'ambito della comunicazione (Ufficio stampa "Castello di Rivoli", "Palazzo Bricherasio", "Emanuela Bernascone") ed in particolare ha lavorato come addetto stampa presso la società di consulenza per l'arte contemporanea "Cantiere48" di Torino. Ha svolto attività di redazione quali coordinamento editoriale, realizzazione e relativa impaginazione degli articoli per l’agenzia di stampa specializzata in italiani all’estero “News Italia Press” di Torino. Ha scritto articoli e approfondimenti per diverse testate specializzate e non (SkyArte, Gambero Rosso, Art Weekly Report e Art Report di Monte dei Paschi di Siena, Exibart, Teknemedia, Graphicus, Espoarte, Corriere dell’Arte, La Piazza, Pagina).