Art Digest: 500 milioni per due dipinti, il record dei record. Un pezzetto di Marocco a Parigi. La villa del Grande Lebowski al LACMA

I 180 milioni di dollari per Les femmes d’Alger (Version O) di Picasso? Briciole: il finanziere di Chicago Ken Griffin ha pagato 500 milioni di dollari per due dipinti, di Willem de Kooning e Jackson Pollock… (nytimes.com) Era stata chiusa dalle autorità egiziane nel mese di dicembre. Ma ora la Townhouse gallery si prepara a […]

La casa del Grande Lebowski, a Beverly Hills

I 180 milioni di dollari per Les femmes d’Alger (Version O) di Picasso? Briciole: il finanziere di Chicago Ken Griffin ha pagato 500 milioni di dollari per due dipinti, di Willem de Kooning e Jackson Pollock… (nytimes.com)

Era stata chiusa dalle autorità egiziane nel mese di dicembre. Ma ora la Townhouse gallery si prepara a riaprire al Cairo il mese prossimo: ma aderendo a rigide forme di controllo… (theguardian.com)

L’annuncio è stato dato in pompa magna dal presidente francese François Hollande e dal re del Marocco Mohammed VI: a fine 2018 si aprirà a Parigi il nuovo Centro Culturale Marocchino, progettato dall’architetto Tarik Oualalou… (artforum.com)

È nota al pubblico come “la casa del Grande Lebowski”, visto che compariva nel celebre film dei fratelli Coen. Ora la villa di Beverly Hills capolavoro dell’architetto John Lautner è stata donata al museo LACMA… (latimes.com)

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.