Art Digest: 500 milioni per due dipinti, il record dei record. Un pezzetto di Marocco a Parigi. La villa del Grande Lebowski al LACMA

I 180 milioni di dollari per Les femmes d’Alger (Version O) di Picasso? Briciole: il finanziere di Chicago Ken Griffin ha pagato 500 milioni di dollari per due dipinti, di Willem de Kooning e Jackson Pollock… (nytimes.com) Era stata chiusa dalle autorità egiziane nel mese di dicembre. Ma ora la Townhouse gallery si prepara a […]

La casa del Grande Lebowski, a Beverly Hills

I 180 milioni di dollari per Les femmes d’Alger (Version O) di Picasso? Briciole: il finanziere di Chicago Ken Griffin ha pagato 500 milioni di dollari per due dipinti, di Willem de Kooning e Jackson Pollock… (nytimes.com)

Era stata chiusa dalle autorità egiziane nel mese di dicembre. Ma ora la Townhouse gallery si prepara a riaprire al Cairo il mese prossimo: ma aderendo a rigide forme di controllo… (theguardian.com)

L’annuncio è stato dato in pompa magna dal presidente francese François Hollande e dal re del Marocco Mohammed VI: a fine 2018 si aprirà a Parigi il nuovo Centro Culturale Marocchino, progettato dall’architetto Tarik Oualalou… (artforum.com)

È nota al pubblico come “la casa del Grande Lebowski”, visto che compariva nel celebre film dei fratelli Coen. Ora la villa di Beverly Hills capolavoro dell’architetto John Lautner è stata donata al museo LACMA… (latimes.com)

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.