• Whitehouse Blog

    Luca Beatrice ha ragione gli artisti sono mosci e i curatori non sono artisti. Ma dopo l’ikea evoluta arriva in ritardo anche rispetto ai curatori. Ormai da anni scrivo di giovani curatori in competizione con gli artisti, ma a differenza loro i curatori intercettano la committenza e quindi l’artista rimane una sorta di vetrinista, operaio e burocrate della creatività (ikea evoluta). Anche artisti italiani che hanno fatto una sorta di grande slam, come Rossella Biscotti, sono del tutto marginali, e con percorsi debolissimi e omologati al più prevedibile mainstream. Ma se gli artisti non capiscono questo e desiderano fare i vetrinisti per i curatori, ad un certo punto, si meritano questo. Esempio perfetto è Cibic che adorna le torri della Tim a cura di Caroline Corbetta. Abbiamo detto tutto.