Lo Strillone: Giorgio de Chirico e la sua Ferrara su Quotidiano Nazionale. E poi Colosseo senza manutenzione, la riscossa del libro di carta

“Località, persone e cose: un viaggio attraverso le opere dei grandi maestri della pittura”. Quotidiano Nazionale avvia una serie di articoli che focalizzano un artista e un luogo legato alla sua opera: e il debutto non poteva che essere affidato a Giorgio de Chirico e a Ferrara, che in questo periodo gli dedica anche una […]

Quotidiani
Quotidiani

Località, persone e cose: un viaggio attraverso le opere dei grandi maestri della pittura”. Quotidiano Nazionale avvia una serie di articoli che focalizzano un artista e un luogo legato alla sua opera: e il debutto non poteva che essere affidato a Giorgio de Chirico e a Ferrara, che in questo periodo gli dedica anche una grande mostra a Palazzo dei Diamanti. “Al calare della sera le luci dei negozi paiono incapsulate dietro i vetri per succedersi in parata davanti a quella che una volta si chiamava Piazza delle Erbe. Il porticato è un rincorrersi di colonne chiare e sottili che in questi giorni formano un’arcata dove i pieni e i vuoti si aprono formando una specie di sorriso opacizzato dalla nebbia. Giorgio de Chirico veniva spesso da queste parti: attratto dal fascino silenzioso di angoli di spaesata solitudine, rileggeva in chiave fantastica tutto quello che incontrava interpretando la realtà attraverso simboli e metafore. Attento allo spazio e agli oggetti con i quali stabiliva relazioni di ordine emotivo, elaborava nell’intimo scenari inattesi facendo di un’ombra obliqua sotto un lampione, di un porticato o di una facciata dall’intonaco vermiglio, una declinazione differita di memorie”.

Il Colosseo resta senza manutenzione. La soprintendenza taglia i fondi per gli interventi su crepe e cedimenti”. La Repubblica registra le polemiche per i provvedimenti annunciati dalla Soprintendenza speciale per il Colosseo, il Museo nazionale romano e l’area archeologica di Roma: “niente più 1,5 milioni all’anno per la cura ordinaria del monumento ‘bancomat’ che finanzia con circa 55 milioni l’archeologia di Roma in mano allo Stato. E invece pronti 15 milioni in tre anni per la valorizzazione del sovrastante Palatino. Più un milione e mezzo (2016 e 17) per un ristorante in cima al colle imperiale, nel palazzo che ospita il museo”. La riscossa del libro (di carta): il Corriere della Sera mette nero su bianco il nuovo trend, segnalando che “in America cresce la vendita di libri cartacei: è passata dai 559 milioni di copie del 2014 ai 571 del 2015. Cala il mercato dell’ebook sceso al 20% dal 22 dell’anno scorso”.

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.