Lo Strillone: arte fuori dalla crisi, quotizioni in salita in ogni settore su Affari & Finanza. E poi Pino Daniele re del web, incendio alla Galleria Spada

“L’arte non è certo stata immune alla pesantissima crisi finanziaria esplosa nel 2008, ma è stata uno degli investimenti che si sono ripresi prima e meglio”. L’analisi arriva su Affari & Finanza, il supplemento de La Repubblica: “La liquidità che le banche centrali hanno immesso nel sistema è arrivata fino in questo settore e le […]

Quotidiani
Quotidiani

L’arte non è certo stata immune alla pesantissima crisi finanziaria esplosa nel 2008, ma è stata uno degli investimenti che si sono ripresi prima e meglio”. L’analisi arriva su Affari & Finanza, il supplemento de La Repubblica: “La liquidità che le banche centrali hanno immesso nel sistema è arrivata fino in questo settore e le valutazioni dei quadri sono tornate a lievitare. La conferma di questo andamento viene da due aste che si sono tenute rispettivamente nel maggio e nell’ottobre di quest’anno: nella prima le Donne di Algeri di Picasso hanno fatto registrare il record di sempre (179,4 milioni di dollari) e nella seconda il Nu Couché di Modigliani si è assicurato il secondo posto (170,4 milioni di dollari). Non è però solo la fascia altissima a registrare una grande vitalità: anche fra gli autori emergenti i prezzi sono in ascesa, come dimostrato da una recente asta svoltasi a New York”.

Ancora su Affari & Finanza, una delle classiche classifiche che riempiono i media a fine anno: quali sono state le news più cercate in rete nel 2015? Un po’ a sorpresa, al primo posto c’è “Addio Pino Daniele”: seguono “La minaccia dell’Isis”, “La crisi greca”, “Addio Laura Antonelli”, “La strage di Charlie Hebdo”. Cronaca per il dorso romano de La Repubblica: “Paura alla Galleria Spada, impianto elettrico in fiamme”. E poi la citazione della nostra testata, la prima a segnalare il fatto sulla nostra pagina Facebook: “Come si vede nel video pubblicato su Artrìbune, l’inizio di incendio, subito domato da custodi e addetti alla sicurezza, si è sviluppato nella sala II. A bruciare è stato il trasformatore di uno dei faretti che illuminano i dipinti”.

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.