Art Digest: Steve Jobs profugo per Banksy. Jerry Saltz, in MoMA we trust. The Art Newspaper, 25 anni in 10 momenti chiave

Steve Jobs ritratto come un profugo, con un sacco della spazzatura in spalla e un vecchio Mac in una mano. Così Banksy ricompare, su un muro del campo migranti di Calais, in Francia… (nytimes.com) Un po’ troppo orientato alla performance, alla moda, un po’ troppo politically correct: ma il MoMA è sempre il MoMA. E […]

Steve Jobs profugo per Banksy a Calais

Steve Jobs ritratto come un profugo, con un sacco della spazzatura in spalla e un vecchio Mac in una mano. Così Banksy ricompare, su un muro del campo migranti di Calais, in Francia… (nytimes.com)

Un po’ troppo orientato alla performance, alla moda, un po’ troppo politically correct: ma il MoMA è sempre il MoMA. E arriva l’inattesa e sorprendente dichiarazione d’amore di Jerry Saltz… (vulture.com)

Natale è ormai alle porte, e alla Tate Modern arriva un gradito regalo: il grande Ed Ruscha donerà alla collezione del museo una copia di ogni stampa che farà per il resto della sua vita… (artsbeat.blogs.nytimes.com)

The Art Newspaper compie 25 anni: e per l’occasione la direttrice Anna Somers Cocks ripercorre il giubileo attraverso le 10 storie che hanno avuto il maggiore impatto sul mondo dell’arte dalla fondazione… (theguardian.com)

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.