Innovazione tecnologica e digitale nei musei. Il Museo Poldi Pezzoli di Milano entra nel futuro: partendo dall’installazione interattiva per la collezione di orologi

Quale è il ruolo che l’innovazione tecnologica e digitale gioca nei musei oggi? In che modo trasforma la didattica museale e il coinvolgimento del pubblico? Domande attualissime e alquanto universali, nel mondo dell’arte: riproposte ora con approccio programmatico per un evento curiosamente di nicchia, come può esserlo una collezione di orologi. Non una qualsiasi, certo: […]

Quale è il ruolo che l’innovazione tecnologica e digitale gioca nei musei oggi? In che modo trasforma la didattica museale e il coinvolgimento del pubblico? Domande attualissime e alquanto universali, nel mondo dell’arte: riproposte ora con approccio programmatico per un evento curiosamente di nicchia, come può esserlo una collezione di orologi. Non una qualsiasi, certo: ma una tra le più importanti in Europa, quella del Museo Poldi Pezzoli di Milano, che si appresta appunto a riaprire la nuova Sala degli Orologi, ricca di una collezione di ben 160 pezzi dal XVI al XIX secolo. È questo lo spunto per la tavola rotonda sul ruolo e gli effetti delle installazioni digitali e postazioni interattive nella fruizione delle collezioni d’arte, animata – martedì 10 novembre, alle 11.30 – da esperti di settore e innovatori come Giuliano Gaia, fondatore di InvisibleStudio e Alessandra Gariboldi, ricercatrice di Fondazione Fitzcarraldo, assieme a professionisti della didattica museale.
Nell’occasione verrà presentata l’installazione interattiva Tempo Prezioso per la nuova sala, un’applicazione, fruibile in italiano e in inglese da una postazione touchscreen fissa nel museo, che “permette ai visitatori di muoversi lungo una linea del tempo con informazioni sui principali pezzi della sala, di osservare foto in alta risoluzione alla scoperta di dettagli, e di guardare video degli orologi in azione”. Il progetto è stato realizzato dalla startup Streamcolors grazie al bando InnovaCultura realizzato con il contributo di Regione Lombardia, Camere di Commercio Lombarde e Fondazione Cariplo. Peraltro Tempo Prezioso ha ricevuto lo scorso 4 novembre la menzione speciale al concorso #DIT call indetto dal Maxxi di Roma per i migliori progetti digitali dell’anno legati alle attività culturali ed educative, che sono stati annunciati in occasione di Digital Think-In, la prima edizione della conferenza internazionale sull’innovazione digitale e tecnologica nei musei. Ne vedete una serie di schermate nella gallery…

www.museopoldipezzoli.org