Quando la moda guarda oltre. A Milano la Fondazione Gianfranco Ferrè ospita una masterclass di Connecting Cultures: lezioni sull’ethical fashion

Etica, consapevole e innovativa. È la moda raccontata da out of fashion, masterclass organizzata da Connecting Cultures in collaborazione con London College of Fashion e CNA Federmoda, presso la Fondazione Gianfranco Ferré, a Milano. Un’occasione per conoscere e approfondire aspetti non convenzionali legati alla moda, restando fuori dagli schemi più rigidi del sistema, dal conformismo diffuso, dal cinismo […]

Stella Jean - SS15

Etica, consapevole e innovativa. È la moda raccontata da out of fashion, masterclass organizzata da Connecting Cultures in collaborazione con London College of Fashion e CNA Federmoda, presso la Fondazione Gianfranco Ferré, a Milano. Un’occasione per conoscere e approfondire aspetti non convenzionali legati alla moda, restando fuori dagli schemi più rigidi del sistema, dal conformismo diffuso, dal cinismo e l’omologazione dell’approccio più commerciale e meno responsabile.
Tra novembre 2015 e giugno 2016 otto moduli di due giornate ciascuno proporranno ai partecipanti un ventaglio di temi, per un percorso incentrato sullo studio dei materiali e il loro impatto ambientale, ma con molte altre incursioni ed aperture: si parlerà di innovazioni tecnologiche nel comparto tessile, del rapporto tra arte e moda, del ruolo dell’alto artigianato, di tracciabilità della filiera, responsabilità d’impresa, diritti dei lavoratori e importanza della comunicazione.
I destinatari ideali? Giovani professionisti che intendano avviare un’attività nel campo del fashion o lanciare il proprio marchio, lavoratori impegnati nel settore del tessile, studenti di moda, arte e design.
Ambasciatrice di questa edizione è la stilista di origini creole Stella Jean, nome di punta della scena internazionale, celebre per la sua ricerca estetica ispirata alla multiculturalità, al recupero delle radici etniche e alla loro ridefinizione in chiave contemporanea, sempre mantenendo – nei processi produttivi – il pieno rispetto delle popolazioni, dei territori, delle risorse delle comunità indigene.
Così, con storie come questa e con preziosi momenti di didattica mirata, out of fashion prova a portare la moda fuori dal suo perimetro consueto. Ripensandola in termini di sostenibilità, di salvaguardia ambientale, di progettualità indipendente, di autoproduzione e di rilancio del valore della tradizione. Con un’idea di innovazione radicale a fare da orizzonte costante.

– Helga Marsala

Fondazione Gianfranco Ferré
Via Tortona n°37, Milano
www.connectingcultures.info

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.