Vacanze finite? Potete continuare a viaggiare con Artribune Magazine: nel prossimo numero imperdibile reportage dal Costa Rica

“Come in tutti i Paesi latino-americani, la parte più antica della città è la piazza della Cattedrale, costruita dai primi conquistatori spagnoli e adattata durante i secoli per accogliere le esigenze di una vita pubblica sempre in movimento. La chiesa si trova al centro dei boulevard pedonali pieni di gente e negozi. È il fulcro […]

La piazza della Cattedrale di San José

Come in tutti i Paesi latino-americani, la parte più antica della città è la piazza della Cattedrale, costruita dai primi conquistatori spagnoli e adattata durante i secoli per accogliere le esigenze di una vita pubblica sempre in movimento. La chiesa si trova al centro dei boulevard pedonali pieni di gente e negozi. È il fulcro dal quale si snodano le vie perpendicolari (calles e avenidas, che qui non hanno numeri civici!) e sui quali si affacciano diverse architetture barocche e neoclassiche, collegate da parchi, piazze e dai tipici e affollati mercati della metà del XIX secolo”. Dove vi conduce questa volta il “Reportage” di Artribune Magazine? In Costa Rica, e la città di cui si parla nell’incipit del servizio – come al solito corredato da bellissime fotografie, di Romina Viggiano come i testi – è la capitale San José.
Un articolo non certo esaustivo: ma che serve a squarciare un primo velo su una scena sconosciuta ai più. Ricco anche di fermenti contemporanei: “Da visitare assolutamente”, consiglia la giornalista, “è la fondazione TEOR/ética arte+pensamiento, uno spazio creato nel 1999 dalla versatile Virginia Pérez-Ratton 1950-2010), valida come piattaforma per la ricerca e diffusione delle pratiche artistiche contemporanee. Di fronte c’è la sua galleria, Lado V, interessante – oltre che per le mostre temporanee – per le vetrine sperimentali periodicamente allestite da un artista”. Strutture architettoniche? Artisti rappresentativi? Altre notizie che leggerete a breve sul nuovo numero della rivista…

Abbonati ad Artribune Magazine
Acquista la tua inserzione sul prossimo Artribune

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.