Vacanze finite? Potete continuare a viaggiare con Artribune Magazine: nel prossimo numero imperdibile reportage dal Costa Rica

“Come in tutti i Paesi latino-americani, la parte più antica della città è la piazza della Cattedrale, costruita dai primi conquistatori spagnoli e adattata durante i secoli per accogliere le esigenze di una vita pubblica sempre in movimento. La chiesa si trova al centro dei boulevard pedonali pieni di gente e negozi. È il fulcro […]

La piazza della Cattedrale di San José

Come in tutti i Paesi latino-americani, la parte più antica della città è la piazza della Cattedrale, costruita dai primi conquistatori spagnoli e adattata durante i secoli per accogliere le esigenze di una vita pubblica sempre in movimento. La chiesa si trova al centro dei boulevard pedonali pieni di gente e negozi. È il fulcro dal quale si snodano le vie perpendicolari (calles e avenidas, che qui non hanno numeri civici!) e sui quali si affacciano diverse architetture barocche e neoclassiche, collegate da parchi, piazze e dai tipici e affollati mercati della metà del XIX secolo”. Dove vi conduce questa volta il “Reportage” di Artribune Magazine? In Costa Rica, e la città di cui si parla nell’incipit del servizio – come al solito corredato da bellissime fotografie, di Romina Viggiano come i testi – è la capitale San José.
Un articolo non certo esaustivo: ma che serve a squarciare un primo velo su una scena sconosciuta ai più. Ricco anche di fermenti contemporanei: “Da visitare assolutamente”, consiglia la giornalista, “è la fondazione TEOR/ética arte+pensamiento, uno spazio creato nel 1999 dalla versatile Virginia Pérez-Ratton 1950-2010), valida come piattaforma per la ricerca e diffusione delle pratiche artistiche contemporanee. Di fronte c’è la sua galleria, Lado V, interessante – oltre che per le mostre temporanee – per le vetrine sperimentali periodicamente allestite da un artista”. Strutture architettoniche? Artisti rappresentativi? Altre notizie che leggerete a breve sul nuovo numero della rivista…

Abbonati ad Artribune Magazine
Acquista la tua inserzione sul prossimo Artribune

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.