La migliore architettura fra i padiglioni di Expo Milano 2015? La potete decidere voi: c’è ancora un mese per votare online, ecco come fare

A poco più di un mese alla chiusura dell’Expo di Milano, arriva online la piattaforma web che consente di esprimere la propria preferenza al “Premio del pubblico al miglior padiglione di Expo Milano 2015”. Fino al 20 ottobre 2015 infatti, accedendo e registrandosi al portale www.premioarchitettureexpomilano2015.com, chiunque – dopo magari aver votato anche nell’omologo sondaggio […]

Expo 2015, il Decumano
Expo 2015, il Decumano

A poco più di un mese alla chiusura dell’Expo di Milano, arriva online la piattaforma web che consente di esprimere la propria preferenza al “Premio del pubblico al miglior padiglione di Expo Milano 2015”. Fino al 20 ottobre 2015 infatti, accedendo e registrandosi al portale www.premioarchitettureexpomilano2015.com, chiunque – dopo magari aver votato anche nell’omologo sondaggio di Artribune – può indicare, una sola volta, qual è il proprio padiglione favorito tra i 54 “self built” per l’evento di punta dell’anno in corso. Schede sintetiche, disponibili per ogni partecipante, consentono di approfondire il tema guida selezionato per il progetto architettonico, oltre ai soggetti coinvolti nella pianificazione e realizzazione. Il risultato di questa “consultazione popolare” sarà reso noto durante la cerimonia di assegnazione del “Premio internazionale Le Architetture dei Padiglioni di Expo Milano 2015”, il riconoscimento conferito da In/Arch, Ance, Cnappc, Federcostruzioni e Oice con il coordinamento e supporto di Ppan e il patrocinio di Expo Milano 2015, soggetti promotori anche dell’iniziativa rivolta a non addetti al settore.
La giuria, composta da Adolfo Guzzini Presidente In/Arch, Claudio De Albertis Presidente Ance, Leopoldo Freyrie Presidente Cnappc, Rodolfo Girardi Presidente Federcostruzioni, Alfredo Ingletti Vice Presidente Oice, Gabriele Del Mese Fondatore Arup Italia, Alessandro Cambi/Scape Vincitore del Premio Cnappc “Giovane Talento dell’Architettura Italiana 2014” e Maria Claudia Clemente dello studio romano Labics, è chiamata ad indagare i contenuti delle singole architetture di Expo Milano 2015, con una specifica attenzione per “i caratteri di ricerca, di sostenibilità, capacità realizzativa, sperimentazione tecnologica e, in generale, qualità architettonica intesa come esito della collaborazione di soggetti diversi: dai committenti agli imprenditori, dai produttori ai progettisti”.

Valentina Silvestrini

http://www.premioarchitettureexpomilano2015.com/

CONDIVIDI
Valentina Silvestrini
Valentina Silvestrini (Foligno, 1982) è architetto con specializzazione in allestimento e museografia. Si è formata presso l’Università La Sapienza e la Scuola Normale Superiore di Pisa, dove ha frequentato il "Corso di alta formazione e specializzazione in museografia". Ha sviluppato il suo percorso professionale nell’ambito degli allestimenti temporanei, fieristici e museali e degli eventi di natura culturale e promozionale. È stata assistente alla progettazione di mostre presso lo studio “Il Laboratorio srl” (Roma, 2004/2007) e ha svolto un internship all’ufficio Eventi Speciali di Pitti Immagine srl (Firenze, 2008). Presso l’ICE - Istituto nazionale per il Commercio Estero (Roma, 2008/2010) ha ricoperto il ruolo di assistente alla progettazione di layout espositivi e di assistente alla direzione lavori, recandosi in centri fieristici ed espositivi all’estero (Giappone, Russia e Germania). Ha collaborato con la FUA -Fondazione Umbra per l’Architettura (Perugia, 2011), occupandosi del coordinamento eventi e della comunicazione. E' caporedattore architettura/design/arte di Cosebelle Magazine, per il quale scrive dal 2011.