Arte, performance, laboratori, dj set. La Bolzano creativa si ritrova per una “merenda” per preparare la biennale Rosengarten Festa

Quale modo migliore di far vivere un quartiere urbano di organizzare una festa? Questa è la strategia messa in pratica da franzmagazine, che – assieme alle realtà giovani e innovative insediatesi negli ultimi anni nel quartiere Rosengarten di Bolzano – ha fatto di un’area urbana defilata il centro della creatività cittadina. Un momento conviviale, certo, […]

La Rosengarten Festa del 2014

Quale modo migliore di far vivere un quartiere urbano di organizzare una festa? Questa è la strategia messa in pratica da franzmagazine, che – assieme alle realtà giovani e innovative insediatesi negli ultimi anni nel quartiere Rosengarten di Bolzano – ha fatto di un’area urbana defilata il centro della creatività cittadina. Un momento conviviale, certo, ma soprattutto un’occasione di confronto stimolante per la cittadinanza, che prende coscienza di problematiche urbane e sociali, e entra in contatto con possibili risoluzioni, facendosi a sua volta promotrice del cambiamento.
Rosengarten Festa, a cadenza biennale, è attesa per il 2016, ma l’attesa certo non è da meno, così per il 2015 nasce l’idea della Rosengarten Merenda, per la quale franz sceglie una rosetta di pane croccante ad icona dell’evento e ci ricorda che l’etimologia della parola merenda è “meritare”. Un “invito all’azione”, sei ore in cui il quartiere si animerà di installazioni d’arte e performance, laboratori per i bambini e proposte di decostruzione-ricostruzione creativa di prodotti tipici locali, gallerie e salotti estemporanei con talk aperti al pubblico dal tema “Bolzano creativa”, oltre ai dj set e concerti che animeranno la “merenda” più stimolante della città.

– Petra Cason

Rosengarten Merenda
Sabato 11 settembre 2015 – dalle 17 alle 23

Via Dodiciville Privata, Quartiere Rosengarten, Bolzano
Programma completo su www.franzmagazine.com

CONDIVIDI
Petra Cason
Laureata in Conservazione dei Beni Culturali e in Storia delle Arti – indirizzo contemporaneo, con una tesi sul design per l’arte interattiva – presso l’Università Ca’ Foscari di Venezia, ha conseguito un master in Conservazione, Gestione e Valorizzazione del Patrimonio Archeologico Industriale presso l’Università di Padova. Da diversi anni si dedica all’arte scrivendo recensioni, organizzando e curando mostre ed eventi come freelance, collaborando con realtà private ed amministrazioni pubbliche, in Italia e all'estero. Dal 2007 è guida alle collezioni permanenti e le mostre temporanee di Palazzo Leoni Montanari – Gallerie d’Italia, Vicenza. Nel 2012 fonda l’associazione culturale Metamorfosi Gallery della quale è presidente. Dal 2013 è libero professionista in qualità di art curator e tiene un blog in cui scrive di esperienze artistiche e curatoriali legate al contemporaneo.