Ecco i 4 vincitori del Donkey Art Prize. Assieme ai 100 finalisti del premio, voleranno per una mostra itinerante tra Milano, Miami, Tokyo e Dubai

L’art contest internazionale promosso dall’associazione culturale di Verona Blindonkey, ha annunciato i vincitori della terza edizione. Quest’anno, le categorie in gare erano la fotografia e la pittura, under e over 30. Nella prima, si sono distinti la giovane fotografa greca Eirini Liuomi e il cinese Xuancheng Zhang; mentre, nella sezione pittura, il Donkey Art Prize […]

L’art contest internazionale promosso dall’associazione culturale di Verona Blindonkey, ha annunciato i vincitori della terza edizione. Quest’anno, le categorie in gare erano la fotografia e la pittura, under e over 30. Nella prima, si sono distinti la giovane fotografa greca Eirini Liuomi e il cinese Xuancheng Zhang; mentre, nella sezione pittura, il Donkey Art Prize 2015 è stato consegnato all’italiana Michela Meneguzzi e all’artista lituana Egle Karpaviciute per gli over 30.
Come previsto da bando, le loro opere, assieme a quelle dei primi 100 artisti selezionati, saranno presentate al pubblico in una mostra itinerante che, da luglio a novembre, toccherà alcune tra le grandi capitali dell’arte contemporanea, offrendo loro un’occasione moltiplicata di visibilità.
Si parte il 3 luglio dallo spazio Mostrami di Milano. Si prosegue poi nella galleria-studio Viophilia, nel quartiere artistico di Winwood, a Miami. Dal 2 al 9 settembre, si decollerà alla volta di Tokyo e della galleria 3331 Chiyoda Art Centre. L’itinerario si concluderà nella Gallery 76 Dubai International Art Center, dall’1 al 7 di novembre.

www.donkeyartprize.com

CONDIVIDI
Marta Pettinau
Marta Pettinau nasce ad Alghero nel 1984, dove al momento vive e lavora. Ma con la valigia in mano. Laureata a Sassari in Scienze dei Beni Culturali, ha conseguito nel 2011 la laurea specialistica in Progettazione e Produzione delle Arti Visive presso lo IUAV di Venezia, con una tesi dal titolo “La Biennale Internazionale di Istanbul. Storia, luoghi, esiti di una biennale post-periferica”. Co-curatrice del progetto RI-CREAZIONE per 1:1projects, a Roma, nel 2009; nello stesso ha curato la collettiva Verso Itaca presso Metricubi, a Venezia. Ha collaborato con l’ufficio stampa del Festival dell’Arte Contemporanea di Faenza. Ora è curatrice indipendente e giornalista freelance.