Tutti i nomi di miart 2016. Confermata la direzione di Vincenzo de Bellis, entrano nel team Rabottini e Salvadori. Con un nuovo team curatoriale

Terminata tre mesi fa l’edizione 2015 di miart, arrivano già le comunicazioni relative all’appuntamento del prossimo anno. Ventuno candeline per la fiera d’arte contemporanea di Milano, attesa dall’8 al 10 aprile 2016 nei padiglioni di Fieramilanocity. E insieme alla già annunciata conferma di Vincenzo de Bellis alla direzione artistica, si profilano alcune novità relative proprio ai nomi […]

Sezione Object, Miart 2015 - Dilmo

Terminata tre mesi fa l’edizione 2015 di miart, arrivano già le comunicazioni relative all’appuntamento del prossimo anno. Ventuno candeline per la fiera d’arte contemporanea di Milano, attesa dall’8 al 10 aprile 2016 nei padiglioni di Fieramilanocity. E insieme alla già annunciata conferma di Vincenzo de Bellis alla direzione artistica, si profilano alcune novità relative proprio ai nomi coinvolti.
Vi avevamo già informati dell’inserimento nel team, col ruolo di vice direttore, di Alessandro Rabottini, fin qui impegnato nel coordinamento dei miartalk, occasioni di dibattito e di confronto internazionale sui temi del collezionismo, dei musei, della moda, del design, delle nuove tecnologie applicate alla cultura. Adesso entra in scena anche Alberto Salvadori, Direttore del Museo Marino Marini di Firenze, a cui è affidata la cura di Decades, una nuova sezione che ripercorrerà ciascun decennio del secolo scorso, evidenziando il ruolo primario delle gallerie nella vicenda storico-artistica del Novecento.

Alessandro Rabottini (foto Thierry Bal)
Alessandro Rabottini (foto Thierry Bal)

Confermate la sezione principale Established  (divisa in Masters, Contemporary e First Step) e le tre sezioni speciali, quest’anno affidate a un nuovo comitato curatoriale, composto da: Jarrett Gregory – Curatrice sezione Arte Contemporanea, LACMA, Los Angeles – e Pavel Pyś – Curatore Exhibitions e Displays, Henry Moore Institute, Leeds – per la sezione THENnow, spazio in cui alcuni stand ospitano coppie di artisti, uno storico e uno contemporaneo; Nikola Dietrich – Curatrice indipendente, Berlino – per la sezione Emergent, dedicata alle gallerie più giovani; Domitilla Dardi – Curatrice per il Design, MAXXI Architettura, Roma – per la sezione Object, in cui sono presenti oggetti di design fruiti come opere d’arte.
Infine, i membri del Comitato di selezione: Olivier Babin, CLEARING, New York, Brussels; Michele Casamonti, Tornabuoni Art, Parigi; Mario Cristiani, Galleria Continua; Francesca Kaufmann, kaufmannrepetto, Milano; Laura Lord, Sadie Coles HQ, Londra;Giò Marconi, Milano; Paolo Zani, ZERO…, Milano.

www.miart.it

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.
  • Mislev

    Che noia sempre gli stessi

    • -Dogg-

      …e che ventata di internazionalità con tutte queste sezioni dai nomi in inglese…