Rock, indie, elettronica. A Catania è tempo di Zanne, super festival con nomi internazionali, per quattro giorni di grande musica indipendente  

Dopo quattro date gratuite di preview al Monastero dei Benedettini di Catania, col gran finale di sabato 11 luglio insieme ai Prinzhorn Dance Shool, parte ufficialmente la terza edizione dell’ormai sempre più ricco Zanne Festival. Quest’anno le date aumentano, fino ad arrivare a quota quattro serate, per una sfilza di band internazionali accolte sul palco […]

Franz Ferdinand

Dopo quattro date gratuite di preview al Monastero dei Benedettini di Catania, col gran finale di sabato 11 luglio insieme ai Prinzhorn Dance Shool, parte ufficialmente la terza edizione dell’ormai sempre più ricco Zanne Festival. Quest’anno le date aumentano, fino ad arrivare a quota quattro serate, per una sfilza di band internazionali accolte sul palco serale del Parco Gioeni.
Ad aprire la folta line up etnea sono, giovedì 16 luglio, gli scozzesi Franz Ferdinand, band cult della scena indie rock, affiancati dagli Sparks in una “super band” chiamata ForFuck’sSake.
Venerdì 17 sarà la volta dei newyorchesi A Place To Bury Strangers, bandiera del noise e dello shoegaze contemporaneo, in tour europeo per presentare il nuovo album Transfixiation. Nello stesso giorno si esibiranno i Dead Brothers, noti per essersi autodefiniti “un’orchestra per funerali”, e per il loro stile contaminato che parte dal gipsy e arriva al country.  Sabato e domenica, tra gli altri, spazio a due raffnati producer britannici di musica elettronica, Luke Abbott e Four Tet, e ai canadesi GodspeedYou! Black Emperor, che con i loro lunghissimi, epici brani strumentali chiuderanno il festival etneo.
Tra le varie attività collaterali proposte anche quest’anno da Zanne, segnaliamo: il “Picnic col suono”, workshop sulla chitarra elettrica tenuto da Agostino Tilotta, frontman – insieme alla moglie Giovanna Cacciola – della band seminale Uzeda e dei successivi Bellini; il corso di Hula Hop a cura di Monica Saso, una delle storiche occupanti del Teatro Coppola, e quello di educazione cinofila per gli amici a quattro zampe. Per finire, in cors già dal 4 luglio, la mostra di Poster Art ospitata all’interno della Fabbrica dei Benedettini.

– Katiuscia Pompili 

Zanne Festival
16-19 luglio 2015
www.zannefestival.com
Parco Gioeni, Via Etnea (entrate su via Angelo Musco e via Del Bosco)

Line up e ingressi:
Giovedì 16

Ffs – Franz Ferdinand & Spark – Balthazar
€ 30 + fee 1.30
Venerdì 17
Spiritualized – A Place To Bury Strangers – The Dead Brothers – Ultimate Painting
€ 22 + fee 1.30
Sabato 18
Four Tet – Hookworms – Luke Abbott – Peter Kernel – Camp Claude
€ 22 + fee 1.30
Domenica 19
Godspeed You! Black Emperor – Timber Timbre – Jacco Gardner
€ 24 + fee
Abbonamento / 4 Day pass € 60 + fee 2.30

CONDIVIDI
Katiuscia Pompili
Nata a Catania, ha studiato a Napoli Conservazione ai Beni Culturali all’Università Suor Orsola Benincasa laureandosi con una tesi in arte contemporanea su Nan Goldin. Fa parte del gruppo di curatori usciti dalla scuola salernitana dei critici Angelo Trimarco e Stefania Zuliani tra cui Eugenio Viola, Antonello Tolve, Maria Giopvanna Mancini e Stefano Taccone. Ha svolto un primo stage alla galleria T293 di Napoli e si è quindi trasferita a Torino dove ha vissuto due anni abilitandosi all’insegnamento della Storia dell’Arte e frequentando sia gli ambienti del sistema dell’arte sia quelli indipendenti e sperimentali. Ha vissuto a Valencia dove a collaborato con la storica galleria Puchol. Attualmente vive tra Catania e Palermo dove svolge attività di indipendent art curator e free lance per riviste di settore come Tribe Art e Artribune e webzine indipendenti come Clap Bands Magazine; frequenta un master in Conservazione delle opere d’arte contemporanee all’ Accademia di Palermo. Ha recentemente iniziato a collaborare come curatore per BOCS e ha fondato Parking 095, contemporary space no profit e nomade il cui scopo è quello di creare attraverso incontri, studi ed esposizioni una discussione sull’arte contemporanea, anche in Sicilia.