Art Digest: la semantica artistica di Edi Rama. Iran, una bomba nucleare sul mercato dell’arte. Lo stadio indigesto di Zaha Hadid

“I linguaggi sono diversi, e far finta che la politica possa parlare il linguaggio dell’arte può essere fuorviante. Ma credo che l’arte possa esercitare un’influenza…”. Sul Financial Times si racconta Edi Rama, artista e primo ministro dell’Albania… (ft.com) Sarà Bruxelles la nuova Berlino del contemporaneo? Vicinanza a Parigi e Londra, affitti a buon mercato, un’importante […]

Edi Rama

I linguaggi sono diversi, e far finta che la politica possa parlare il linguaggio dell’arte può essere fuorviante. Ma credo che l’arte possa esercitare un’influenza…”. Sul Financial Times si racconta Edi Rama, artista e primo ministro dell’Albania… (ft.com)

Sarà Bruxelles la nuova Berlino del contemporaneo? Vicinanza a Parigi e Londra, affitti a buon mercato, un’importante storia di collezionismo d’arte: tanti segnali puntano sulla capitale belga come nuovo centro dell’arte… (nytimes.com)

Il tema tiene banco sulla scena internazionale da giorni: ma esperti e mercanti sono pronti a scommettere che l’accordo di pace sul nucleare in Iran riaprirà anche il mercato dell’arte… (wsj.com)

Impatto troppo forte per un centro storico, con una torre proprio sopra al santuario Meiji. E poi costerebbe 2 miliardi di dollari, non proprio bruscolini: Tokyo boccia il progetto di Zaha Hadid per lo stadio olimpico del 2020… (theguardian.com)

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.