Enzo Mari nominato Accademico Honoris Causa dalla “sua” Brera. “Ha inserito la propria attività specialistica in una visione globale”

“Le sue opere d’arte e i suoi oggetti sono l’esito di una operazione di sottrazione da una immensa massa di dati che pone in evidenza l’essenziale, raggiungendo la perfezione formale. Essenziale, è inserire la propria attività specialistica in una visione globale delle leggi che la regolano, condizionandola”. Sono queste le motivazioni sulla base delle quali […]

Enzo Mari

Le sue opere d’arte e i suoi oggetti sono l’esito di una operazione di sottrazione da una immensa massa di dati che pone in evidenza l’essenziale, raggiungendo la perfezione formale. Essenziale, è inserire la propria attività specialistica in una visione globale delle leggi che la regolano, condizionandola”. Sono queste le motivazioni sulla base delle quali l’Accademia di Belle Arti di Brera mercoledì 17 giugno conferirà a Enzo Mari il Diploma Accademico Honoris Causa in Arti Visive e il titolo di Accademico d’Italia. Un riconoscimento dalla doppia valenza per il celebre artista, architetto e designer, che proprio a Brera studiò letteratura e arte dal 1952 al 1956, dando il via a una carriera ricca di pubblicazioni, mostre e riconoscimenti (tra cui quattro Compassi d`oro). “L’azione che oggi considero prioritaria“, dice Mari, “è quella di chiarire il proprio inserimento sociale“. Noi lo festeggiamo per l’onorificenza con una fotogallery di alcune sue celebri creazioni…

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.