È Alfredo Pirri l’autore dell’immagine guida della Giornata del Contemporaneo 2015. Una sfida (a piedi nudi) all’arte di oggi

È Alfredo Pirri l’autore dell’immagine guida dell’undicesima edizione della Giornata del Contemporaneo, la grande manifestazione organizzata ogni anno da AMACI, l’Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani, “per portare l’arte del nostro tempo al grande pubblico”. A scegliere l’artista calabrese, ma ormai romano di adozione, i direttori dei 26 musei associati, proseguendo il progetto avviato nel […]

Alfredo Pirri, Passi
Alfredo Pirri, Passi

È Alfredo Pirri l’autore dell’immagine guida dell’undicesima edizione della Giornata del Contemporaneo, la grande manifestazione organizzata ogni anno da AMACI, l’Associazione dei Musei d’Arte Contemporanea Italiani, “per portare l’arte del nostro tempo al grande pubblico”. A scegliere l’artista calabrese, ma ormai romano di adozione, i direttori dei 26 musei associati, proseguendo il progetto avviato nel 2006 di affidare a un artista italiano di fama internazionale che ha già visti impegnati Pistoletto, Cattelan, Pivi, Ontani, Arienti, Paolini, Vezzoli, Migliora e Paci.
Passi, l’immagine creata appositamente dall’artista per la Giornata del Contemporaneo, “rappresenta un gesto semplice e allo stesso tempo inquietante: sfidare a piedi nudi una superficie fredda e (forse) tagliente. Pirri costringe tutti noi spettatori a un atto di fiducia, ci invita ad abbandonarci, a metterci in relazione con qualcosa di cui percepiamo la pericolosità senza coglierne esattamente la portata”. Anche quest’anno la Giornata del Contemporaneo – prevista per sabato 10 ottobre 2015 – aprirà gratuitamente le porte dei 26 musei AMACI e di un migliaio di realtà in tutta Italia per presentare artisti e nuove idee attraverso mostre, laboratori, eventi e conferenze.

www.amaci.org

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.