Alla Cittadellarte di Pistoletto, inaugurano le Terme Culturali. Con percorsi e trattamenti di arte e cultura per ritemprare la mente

Dall’idea che curare il corpo sia importante quanto nutrire l’intelletto, come insegnavano i filosofi dell’antichità, alla Cittadellarte nascono le Terme Culturali: un luogo dove prendersi cura della propria sensibilità all’arte e alla cultura, riattivare la mente e rinvigorire la creatività, attraverso veri e propri trattamenti intellettuali. L’ex lanificio ottocentesco che Michelangelo Pistoletto convertì in una […]

Cittadellarte (ph. Enrico Amici)

Dall’idea che curare il corpo sia importante quanto nutrire l’intelletto, come insegnavano i filosofi dell’antichità, alla Cittadellarte nascono le Terme Culturali: un luogo dove prendersi cura della propria sensibilità all’arte e alla cultura, riattivare la mente e rinvigorire la creatività, attraverso veri e propri trattamenti intellettuali.
L’ex lanificio ottocentesco che Michelangelo Pistoletto convertì in una grande fabbrica per l’arte contemporanea, diventa uno spazio accogliente e ritemprante, dove fermarsi un paio di ore, oppure una giornata, un weekend o addirittura un’intera settimana. All’interno dei suoi spazi si potranno seguire percorsi rigeneranti nella forma di visite guidate alle mostre in corso, e di laboratori, sia per adulti che per bambini, sui temi del rapporto tra l’arte e altre discipline, dall’architettura alla moda, sino alla politica.

Studio moda alla Cittadellarte
Studio moda alla Cittadellarte

Come nelle terme classiche, è prevista un’area relax, chiamata spazio riCreativo, dove intrattenersi a giocare, pensare, guardare video. Oppure fermarsi a leggere nella Libreria di Svolta, scegliendo tra diversi volumi che sono stati selezionati per la loro capacità di incoraggiare o produrre direttamente un cambiamento. Immancabile il kit per proseguire a casa l’attività di educazione ed esercizio all’arte e alla cultura, che si potrà acquistare nello store.
In concomitanza con le Terme Culturali, alla Cittadellarte saranno inaugurati ben tre progetti espositivi e la sede permanente per le attività legate al Terzo Paradiso, nel più recente tra gli spazi ex industriali che sono stati restaurati lungo le sponde del torrente Cervo.

Marta Pettinau

www.cittadellarte.it

CONDIVIDI
Marta Pettinau
Marta Pettinau nasce ad Alghero nel 1984, dove al momento vive e lavora. Ma con la valigia in mano. Laureata a Sassari in Scienze dei Beni Culturali, ha conseguito nel 2011 la laurea specialistica in Progettazione e Produzione delle Arti Visive presso lo IUAV di Venezia, con una tesi dal titolo “La Biennale Internazionale di Istanbul. Storia, luoghi, esiti di una biennale post-periferica”. Co-curatrice del progetto RI-CREAZIONE per 1:1projects, a Roma, nel 2009; nello stesso ha curato la collettiva Verso Itaca presso Metricubi, a Venezia. Ha collaborato con l’ufficio stampa del Festival dell’Arte Contemporanea di Faenza. Ora è curatrice indipendente e giornalista freelance.