Venezia Updates: opening superlusso alla Fondazione Prada. Ma una dozzina di vip finisce nel canale. Ecco le immagini

Il parterre era di tutto rispetto, come del resto la scorsa settimana, per il primo step della mostra coinciso con l’inaugurazione della nuova sede a Milano: parliamo della Fondazione Prada, e dell’inaugurazione della mostra Portable Classic, a Ca’ Corner della Regina. C’erano personaggi come gli artisti Francesco Vezzoli, Rosa Barba, Carsten Höller, Thomas Demand, Andreas […]

Il parterre era di tutto rispetto, come del resto la scorsa settimana, per il primo step della mostra coinciso con l’inaugurazione della nuova sede a Milano: parliamo della Fondazione Prada, e dell’inaugurazione della mostra Portable Classic, a Ca’ Corner della Regina. C’erano personaggi come gli artisti Francesco Vezzoli, Rosa Barba, Carsten Höller, Thomas Demand, Andreas Slominski, Anish Kapoor, Andreas Gursky, direttori e curatori di musei internazionali come Udo Kittelmann (Nationalgalerie Berlin), Daniel Birnbaum (Moderna Museet), Massimilano Gioni (New Museum), Beatrix Ruff (Stedelijk Museum), Chris Dercon (Tate Modern).
Con un piccolo fuori programma: poco prima dell’inizio il pontile di attracco dei taxi si è spezzato, facendo cadere in acqua una dozzina di invitati. Come riportato da La Nuova di Venezia (da cui prendiamo in prestito le immagini), non ci sono stati, fortunatamente, feriti. Solo un brutto spavento per gli avventori di quella che doveva essere una delle serate più attese tra gli eventi collaterali della Biennale. Ecco le immagini…

– Paolo Marella

 

 

CONDIVIDI
Paolo Marella
Barese, classe 1987, trapiantato maldestramente a Venezia. Laureando in Economia e Gestione dei Beni Culturali all'Università Ca' Foscari, coltiva da anni una forte passione per l'arte e la scrittura. Gli piace il mondo della comunicazione: quest'anno ha lavorato nell'ufficio stampa del Carnevale di 2012. E' giornalista pubblicista, anche se non lo dice in giro. In passato si è occupato di cronaca giudiziaria per il Quotidiano Puglia. A Venezia ha lavorato, come mediatore culturale, nei maggiori musei d'arte contemporanea e moderna - Palazzo Grassi, La Biennale e Peggy Guggenheim Collection. Ha un blog (anche se ci scrive poco) e gli piace molto il cinema. Fa scherma. O almeno ci prova.