Un po’ d’Africa, a Roma. Ecco chiccera all’opening della mostra che al Gianicolo chiude la stagione espositiva dell’American Academy

Tra preview e opening si potevano incontrare, accolti dalla direttrice dell’Accademia Kim Bowes, ospiti come Ines Musumeci Greco, Hou Hanru, Damiana Leoni, Stefano e Raffaella Sciarretta, Luigi Ontani, Mauro Nicoletti, gli architetti Lazzarini e Pickering, Antonio Arevalo. E non sono mancati nemmeno l’Ambasciatore degli Stati Uniti in Italia John Phillips con la moglie Linda Douglas. […]

Tra preview e opening si potevano incontrare, accolti dalla direttrice dell’Accademia Kim Bowes, ospiti come Ines Musumeci Greco, Hou Hanru, Damiana Leoni, Stefano e Raffaella Sciarretta, Luigi Ontani, Mauro Nicoletti, gli architetti Lazzarini e Pickering, Antonio Arevalo. E non sono mancati nemmeno l’Ambasciatore degli Stati Uniti in Italia John Phillips con la moglie Linda Douglas. Inaugurazione di altissimo profile per l’American Academy in Rome, che chiude la stagione espositiva con la mostra Nero su Bianco, aperta presso gli spazi dell’istituzione al Gianicolo, con la cura di Peter Benson Miller, Robert Storr e Lyle Ashton Harris. La riflessione sul tema dell’identità afro-italiana, a firma di 25 artisti europei (e italiani), africani e americani, molti dei quali ex- borsisti e con un legame speciale con Roma, ha attratto il pubblico della città che ha letteralmente inondato la main gallery, il giardino, il cortile e tutte le altre sedi, dislocate nell’edificio e adibite alla mostra, gironzolando tra le opere, molte delle quali inedite. Il Presidente dell’Accademia, Mark Robbins, ha raccontato con i curatori il progetto in un talk di apertura, presenti molti degli artisti, tra i quali Giuseppe Stampone, Barbara Chase Riboud, Bridget Baker, Senam Okudzeto, Justin Randolph Thompson, Invernomuto, solo per fare qualche nome. Ecco chiccera, con gli scatti della serata…