Tre giorni con Play Artdate. È il lungo art weekend primaverile di Bergamo, promosso da The Blank. Quest’anno in sinergia con Expo

NUTRIRSI D’ARTE (E MUSICA) A BERGAMO. FINESETTIMANA CON ARTDATE E non poteva che prendere spunto da Expo, questa quinta edizione di Play Artdate, la tre giorni dedicata all’arte contemporanea che la città di Bergamo accoglie, ogni anno, grazie a The Blank. A due passi dal maxi evento milanese, la piazza bergamasca si prepara al suo […]

Residenza Casarotto di Albegno
Residenza Casarotto di Albegno

NUTRIRSI D’ARTE (E MUSICA) A BERGAMO. FINESETTIMANA CON ARTDATE
E non poteva che prendere spunto da Expo, questa quinta edizione di Play Artdate, la tre giorni dedicata all’arte contemporanea che la città di Bergamo accoglie, ogni anno, grazie a The Blank. A due passi dal maxi evento milanese, la piazza bergamasca si prepara al suo lungo art weekend, scegliendo di orientare le attività del 15,16, 17 maggio verso il tema “Nutrire il Pianeta, Energia per la Vita”. Quaranta eventi in tutto, secondo una formula già rodata e accolta con successo, tra visite agli studi, inaugurazioni coordinate, aperture di collezioni private, visite guidate gratuite in siti storici cittadini.
E se quest’anno la parola chiave della manifestazione è “esperienza”, puntando sulla capacità di trasmettere, coinvolgere, innescare relazioni tra spazi, artisti e fruitori, lo slittamento creativo rispetto al tema di Expo fornisce ulteriori livelli di lettura: non è il cibo, in questo caso, a “nutrire” e “offrire energia vitale”, ma la musica. Dal food al sound, scegliendo l’esperienza sonora come canale di connessione tra i vari attori del network: una colonna sonora accompagnerà, ad esempio,  i vari studio visit, presso gli atelier di Oscar Giaconia, Filippo Berta e Annarosa Valsecchi, mentre è proprio un artista, Andrea Mastrovito, ad aver selezionato i brani che connotano gli eventi del circuito, come per una grande sound track diffusa. E ancora musica, nutrendo occhi e orecchie, a Palazzo della Ragione, dove sabato è atteso il concerto di Lorenzo Senni.

Play Artdate
Play Artdate

DAI COLLEZIONISTI DELLA GAMEC A IAN TWEEDY IN VERSIONE CHEF
E a proposito di network, come sempre mobilitazione ampia e palinsesto fitto, con iniziative di qualità. Qualche segnalazione? La residenza Casarotto di Albegno ospita la collettiva “My Blueberry Night”, a cura di Antonio Grulli, con opere di artisti contemporanei recenti acquisite da collezionisti del Club GAMeC; domenica torna invece The Blank Kitchen, con Ian Tweedy, che cucinerà per i suoi ospiti nel conceptstore di POLARISlife. E ancora tante inaugurazioni in galleria private, oltre alle aperture straordinarie e gli eventi in spazi pubblici e fondazioni: dalla Pinacoteca dell’Accademia Carrara alla GAMeC, dal Museo Bernareggi alla Biblioteca Angelo Mai, dalla Fondazione MIA della Misericordia Maggiore alla Fondazione Credito Bergamasco, da Bergamo Film Meeting all’Orto botanico, fino alle tante dimore storiche del territorio. L’obiettivo: “Far vivere al visitatore un’esperienza memorabile in ambito culturale, educativo e d’intrattenimento”. Col patrocinio speciale di Expo Milano 2015.

– Helga Marsala

www.theblank.it/playartdate/

 

 

 

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.