Expo updates: l’alveare di alluminio di Wolfgang Buttress “musicato” dai Sigur Rós e “nutrito” da Mosimann’s. Immagini e video del Padiglione Gran Bretagna

Tra i più suggestivi e romantici di tutta Expo 2015, il padiglione inglese organizzato dalla UK Trade & Investment sceglie il tema dell’impollinazione. L’artista Wolfgang Buttress, in collaborazione con l’ingegnere strutturista Tristan Simmonds, si è ispirato a una ricerca che monitora lo stato di salute degli alveari. Entrando in un giardino realizzato alla quota del […]

Padiglione Gran Bretagna, Expo Milano 2015
Padiglione Gran Bretagna, Expo Milano 2015

Tra i più suggestivi e romantici di tutta Expo 2015, il padiglione inglese organizzato dalla UK Trade & Investment sceglie il tema dell’impollinazione. L’artista Wolfgang Buttress, in collaborazione con l’ingegnere strutturista Tristan Simmonds, si è ispirato a una ricerca che monitora lo stato di salute degli alveari. Entrando in un giardino realizzato alla quota del volo degli insetti, il visitatore segue il percorso di un’ape, da un frutteto a un prato di fiori selvatici e raggiunge un enorme alveare di alluminio che trasmette musiche composte dai Sigur Rós campionando il rumore delle api.

La struttura, leggera e luminosa, si accende ad intermittenza; che di notte crea un effetto davvero incantevole. Nel padiglione – candidato certamente a lottare per il migliore dell’Expo – è anche a disposizione il catering di Mosimann’s che, dalla sua sede a Belgravia, ha nutrito gli ospiti del pranzo di nozze di William e Cate e gli atleti inglesi a Sochi.

Antonella Crippa

CONDIVIDI
Antonella Crippa
Antonella Crippa è una art advisor e vive e lavora a Milano. Ha una formazione come storica dell’arte: ha frequentato la facoltà di Conservazione dei beni culturali a Viterbo e la Scuola di specializzazione in storia dell’arte all’Università statale di Milano. Per qualche anno è stata curatrice indipendente (tra gli altri progetti espositivi: 2007, In Cima alle Stelle, Forte di Bard; 2004 On Air, Video in Onda dall’Italia, Galleria Civica di Monfalcone; 2002, Da Cima a Fondo, Torre del Lebbroso, Aosta). Successivamente, ha intrapreso l’attività di esperta di arte moderna e contemporanea, lavorando anche come valutatrice di progetti europei. Da otto anni è responsabile del dipartimento di Art Advisory di Open Care, società della quale è anche membro del consiglio di amministrazione. Giornalista pubblicista, in precedenza ha scritto per diverse testate; per Artribune si occupa di mercato dell’arte.