Diario di una residenza. A Milano per MiArt e ancora a Torino, nuove tappe del viaggio in Italia dei giovani curatori stranieri in residenza alla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo

L’esperienza in Italia di Kate Strain, Angelica Sule e Zsuzsanna Stanitz, le tre curatrici partecipanti alla Nona edizione del progetto Residenza per Giovani Curatori Stranieri 2015 della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo (www.fsrr.org/ycrp) si avvia alla fine. Dopo due intensi mesi di appuntamenti in varie città italiane abbiamo l’occasione di tornare a Milano per partecipare a […]

L’esperienza in Italia di Kate Strain, Angelica Sule e Zsuzsanna Stanitz, le tre curatrici partecipanti alla Nona edizione del progetto Residenza per Giovani Curatori Stranieri 2015 della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo (www.fsrr.org/ycrp) si avvia alla fine. Dopo due intensi mesi di appuntamenti in varie città italiane abbiamo l’occasione di tornare a Milano per partecipare a MiArt e, sopratutto, ai molti eventi che la città ha offerto in occasione della sua fiera di arte contemporanea. Milano è in totale fermento e nel 2015 è senza dubbio il centro delle attività culturali in Italia: per questo motivo le dedichiamo interamente un’altra settimana scandagliando i molti eventi offerti da spazi istituzionali (come la personale di Juan Munoz all’Hangar Bicocca, la mostra in occasione dei 15 anni del Premio Furla a Palazzo Reale, “Le regole del gioco” a cura di Luca Lo Pinto alla Fondazione Achille Castiglioni ), da spazi no-profit (Irma Blank da Lucie Fontaine, Ivan Moudov alla Kunstverein Milano, la collettiva “Pure disclousure” da Marselleria) e da gallerie (Pietro Roccasalva da Zero…, Andrea Kvas e Nicola Martini da Kaufmann Repetto). Oltre a continuare gli incontri e studio visit con gli artisti italiani – siamo ora a oltre 250 artisti incontrati in 20 diverse città – e alla partecipazione alla conferenza stampa di presentazione della Biennale dei Giovani Artisti di Monza che ringraziamo per averci invitato a portare la nostra testimonianza.
Una settimana sicuramente ricca di spunti interessanti che è continuata a Torino con altri studio visit, la visita alle nuove mostre di alcune gallerie della città (Lara Favaretto da Franco Noero, Eva Frapiccini da Alberto Peola, Paul Thorel da Guido Costa) e da una emozionante giornata passata alla Fondazione Spinola Banna a Poirino, (per cui desideriamo ringraziare la direttrice, Gail Cochrane) a conoscere gli artisti partecipanti al workshop e i visiting professors Jason Dodge e Raimundas Malasauskas. Questa settimana “a casa” è stata anche l’occasione per gettare le basi della mostra finale che le tre curatrici sono chiamate a curare, nello spazio di Torino della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, alla fine della loro esperienza di residenza, quest’anno l’opening è fissato per il 10 settembre. Culmine di queste due settimane l’incontro con il direttore onorario della Fondazione Sandretto Re Rebaudengo, Francesco Bonami, in occasione dell’opening della sua mostra “tutttovero”, di quella di Ian Cheng a cura di Hans Ulrich Obrist e Welcome You’re in The Right Place, a cura del collettivo Airbnb Pavilion.
La prossima puntata, ultima di questi tre mesi di residenza prima della mostra finale di settembre, avrà al centro il report del nostro viaggio in Sicilia e, come ultimo atto di questa esperienza italiana, la partecipazione alla settimana di opening della Biennale di Venezia. Non vi resta che aspettare il prossimo report su Artribune o, se volete notizie più aggiornate, seguire la pagina di YCRP su Facebook

– Lorenzo Balbi (curatore del progetto)

www.fsrr.org/ycr