Lo Strillone: Ferretti, Chipperfield, Armani, D&G, i big disconoscono Milano su Il Giorno. E poi de Chirico, Yves Bouvier, Foro di Cesare

Prende spunto dalle dichiarazioni di ieri di Dante Ferretti, molto critiche sulla gestione dell’Expo, Il Giorno, per ripercorrere tutte le volte che personaggi di varia estrazione hanno disconosciuto Milano. Dante Ferretti e David Chipperfield, Domenico Dolce e Stefano Gabbana. Ancor prima, Giorgio Armani e Oliviero Toscani. “Quel che altrove potrebbe apparire come l’album di famiglia […]

Quotidiani
Quotidiani

Prende spunto dalle dichiarazioni di ieri di Dante Ferretti, molto critiche sulla gestione dell’Expo, Il Giorno, per ripercorrere tutte le volte che personaggi di varia estrazione hanno disconosciuto Milano. Dante Ferretti e David Chipperfield, Domenico Dolce e Stefano Gabbana. Ancor prima, Giorgio Armani e Oliviero Toscani. “Quel che altrove potrebbe apparire come l’album di famiglia delle grandi firme contemporanee del cinema e della moda, dell’architettura e della fotografia, diventa invece l’album, manco tanto impolverato, di una crisi. Della crisi nella quale versa il rapporto tra la metropoli lombarda e le griffe”. “Dopo I’intervento del 1997, l’opera era stata restaurata ancora nel2010 sempre con un contributo di Mapei. Il secondo ciclo di lavori è stato necessario per riparare ai danni che le intemperie avevano causato alle colorazioni fatte con materiali ad acquarello utilizzati nel primo intervento”. Di che parla Il Sole 24 Ore? Del nuovo restauro dei Bagni Misteriosi di de Chirico, alla Triennale di Milano.

L’arte della truffa, creste milionarie sulle tele di Rothko e Modigliani”. La Repubblica torna sulla vicenda dell’arresto di Yves Bouvier, fra i più famosi mercanti d’arte, che scuote il mondo dei galleristi. “Rischia davvero di passare alla storia dell’arte: nel capitolo non proprio edificante dei truffatori. Il brillantissimo Bouvier sembrava aver capito come farsi strada in uno dei mercati più profittevoli del momento, quello appunto dell’arte. Un business da 47 miliardi di dollari cresciuto, solo l’anno scorso, di ben 18 miliardi, secondo stime dell’European Fine Art Foundation. Ascesa, scrive il Financial Times, dovuta all’emergere di una nuova stirpe di acquirenti russi, cinesi, brasiliani”. Immagini e suoni per un viaggio notturno nel Foro di Cesare: Il Tempo riferisce che “per festeggiare il Natale di Roma, dal 25 aprile al 1 novembre si bisserà il successo del Foro di Augusto valorizzato dallo spettacolo notturno ideato da Piero Angela e Paco Lanciano portando romani e turisti anche nel Foro di Cesare”.

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.