Lo Strillone: Bolzano batte Roma nella classifica dei visitatori annuali su Il Giornale. E poi Francesco Bonami, Roma antica, Musei Vaticani

“I visitatori nel 2014 sono stati circa 12,5 milioni, con una crescita marcata di quelli domestici, cioè italiani, a circa 5,5 milioni, mentre gli stranieri sono stati grosso modo 7 milioni”. Il Giornale si affida alla parola di Alessandro Nucara, direttore generale di Federalberghi, per analizzare la capacità di Roma di coniugare ricchezza di patrimonio […]

Quotidiani
Quotidiani

I visitatori nel 2014 sono stati circa 12,5 milioni, con una crescita marcata di quelli domestici, cioè italiani, a circa 5,5 milioni, mentre gli stranieri sono stati grosso modo 7 milioni”. Il Giornale si affida alla parola di Alessandro Nucara, direttore generale di Federalberghi, per analizzare la capacità di Roma di coniugare ricchezza di patrimonio storico-artistico e capacità di attrarre visitatori. “Un dato che se guardiamo solo all’Italia pone Roma dietro la Provincia di Bolzano (con le sue Dolomiti), appaiandola a Milano (dove ogni anno giungono circa 7 milioni di stranieri. È chiaro che i 15,5 milioni di Parigi, i 18 milioni di Londra così come i 12 milioni di New York sono irraggiungibili”. Ma compare anche qualche apertura all’ottimismo: “Con l’arrivo dell’Alta velocità a Fiumicino e con i miglioramento dei collegamenti con la Stazione Termini le cose potrebbero migliorare, ma la nostra speranza è che con la nuova Alitalia Roma diventi veramente centrale”.

Curatore della mostra, e critico che scrive della medesima. Fa tutto Francesco Bonami, che su La Stampa presenta la supermostra “Tuttovero”, che si apre sabato nelle quattro principali collezioni dell’area cittadina: Castello di Rivoli, GAM, Sandretto e Merz. “Ho immaginato una mostra sul patrimonio artistico torinese e piemontese che si potesse chiamare Tuttovero. Tutto è vero. L’intenzione è di mostrare una verità in parte nascosta, ovvero la profondità e la ricchezza delle collezioni della città delle quali spesso il pubblico conosce solo una piccola parte”. Il Sole 24 Ore riferisce del Consorzio per Roma antica nato dall’accordo fra Mibact e Comune: “al nuovo ente da costituire entro l’anno il compito di presentare un piano strategico di valorizzazione e sviluppo e funzioni”. Musei Vaticani aperti di sera: è l’edizione romana de La Repubblica a informare sul programma di aperture serali per i musei Vaticani, tutti i venerdì dalle ore 19 alle 23. Il nuovo orario entrerà in vigore da 24 aprile e andrà avanti fino al 31 luglio, con l’eccezione del primo maggio, e dal 4 settembre fino al 30 ottobre.

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.