Art Digest: solo uomini per il fotografo Testino. Christina, sei seduta sopra a un capolavoro. Perm, il museo dell’ultimo Gulag

“Basta fotografare donne, molto meglio gli uomini!”. La svolta è di un superspecialista del glamour femminile, il peruviano Mario Testino: “Basta impazzire per i capelli, il trucco, gli abiti, l’altezza del tacco”… (theguardian.com) La più classica delle favole: il capolavoro sotto il divano. È successo a Christina Jones Janssen, di Bay Area, California: quella tela […]

Keith Richards e Mick Jagger (foto Mario Testino-Taschen)

Basta fotografare donne, molto meglio gli uomini!”. La svolta è di un superspecialista del glamour femminile, il peruviano Mario Testino: “Basta impazzire per i capelli, il trucco, gli abiti, l’altezza del tacco”… (theguardian.com)

La più classica delle favole: il capolavoro sotto il divano. È successo a Christina Jones Janssen, di Bay Area, California: quella tela arrotolata era un raro dipinto di Miguel Cabrera, il più importante pittore del Settecento messicano… (latimes.com)

Anche Harlem avrà la sua fiera d’arte. Durante la Frieze week di New York, dal 14 al 17 maggio, debutterà la FLUX Art Fair, promossa da Art in Flux Harlem… (nytimes.com)

Lo sapevate che l’ultimo campo di lavoro russo è stato attivo fino al 1988? Ora il memorial esistente nella città siberiana di Perm è diventato Museo di Storia dei Campi e dei lavoratori dei Gulag… (washingtonpost.com)

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.