Preziosi volumi d’arte da scaricare in rete? Col Metropolitan Museum si può. In rete il catalogo di libri, pronto per l’uso. Senza costi

Il futuro è nella condivisione. Condividere tutto, gratis, in rete. E non c’è regola, filtro, proprietà o esclusività che tenga. Il sistema di accesso al sapere è cambiato, radicalmente; e a nulla sono valsi i tentativi di arginare questo processo spontaneo, implicito alla natura delle nuove tecnologie e alla logica del web. È accaduto con […]

Il futuro è nella condivisione. Condividere tutto, gratis, in rete. E non c’è regola, filtro, proprietà o esclusività che tenga. Il sistema di accesso al sapere è cambiato, radicalmente; e a nulla sono valsi i tentativi di arginare questo processo spontaneo, implicito alla natura delle nuove tecnologie e alla logica del web. È accaduto con la musica, col cinema, con i libri e i giornali, persino con le opere d’arte, che musei come il Rijks di Amsterdam, o megapiattaforme come l’Art Project di Google, hanno scelto di archiviare su Internet, con file in alta risoluzione pronti per il download.
E se nel caso dei libri è abbastanza facile trovare classici e titoli noti, da scaricare senza spendere un centesimo, la cosa resta difficile per volumi particolari, non rintracciabili, oppure da scovare a pagamento su Amazon, a prezzi nemmeno troppo modici. Ed ecco che qualcuno sceglie di fare un ulteriore step. Il Metropolitan Museum of Art, ad esempio. Che ha deciso di mettere in rete il suo catalogo di libri e volumi d’arte, ovvero cinquant’anni di pubblicazioni, per 422 titoli, che vanno da Leonardo a Van Gogh, dall’Art Dèco alla scultura sacra cinese, dall’Impressionismo al Barocco. Tutto consultabile, per chi volesse leggere, scaricare o addirittura stampare. Gratuitamente. Un bel posto virtuale in cui trascorrere del tempo, comodamente, a beneficio di ricerche bibliografiche, approfondimenti o semplice curiosità. Nell’attesa che altri musei, biblioteche, archivi e collezioni prendano esempio, adeguandosi al trend.

www.metmuseum.org
Il catalogo dei titoli da scaricare gratis

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è giornalista, critico d'arte contemporanea e curatore. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Oggi membro dello staff di direzione di Artribune, è responsabile di Artribune Television. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanee. È stata curatore nel 2009 dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico di SACS nel 2013, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura progetti espositivi presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali, specificamente delle ultime generazioni.