Nuovo look per il Museo Pascali. Al via il restyling del museo di Polignano a Mare, che chiude per due mesi ma moltiplica le attività “extra moenia”

Cambia look la Fondazione Museo Pino Pascali, stupendo contesto espositivo che si affaccia sul mare pugliese di Polignano, per divenire ancora più appetibile e funzionale. E lo fa con un progetto di restyling delle sale, partito il 3 marzo scorso, che durerà fino a maggio. Ma l’attività del museo – che riaprirà a giugno inaugurando […]

Il Museo Pascali di Polignano (foto Cosmo Laera)
Il Museo Pascali di Polignano (foto Cosmo Laera)

Cambia look la Fondazione Museo Pino Pascali, stupendo contesto espositivo che si affaccia sul mare pugliese di Polignano, per divenire ancora più appetibile e funzionale. E lo fa con un progetto di restyling delle sale, partito il 3 marzo scorso, che durerà fino a maggio. Ma l’attività del museo – che riaprirà a giugno inaugurando la nuova edizione del Premio Pascali – prosegue comunque in questo periodo di lavori attraverso collaborazioni con nuovi territori (e istituzioni) come la Sicilia. Sarà il Museo Civico di Castelbuono, in provincia di Palermo, a inaugurare il 29 marzo due mostre frutto della collaborazione con la Fondazione Pascali: Pino Pascali l’Africano e Sirens. I due progetti espositivi, curati da Santa Nastro per la Fondazione Pascali e da Laura Barreca per il Museo di Castelbuono, sono incentrati rispettivamente sul tema delle mitologie africane e mediterranee – affrontato da Pino Pascali con una serie di opere del periodo tra il 1935 e 1968 – e sul mito delle sirene, con un’installazione dell’artista australiana Virginia Ryan e alcune opere dell’artista africano Frederic Brouly Brouabré.
La Fondazione Pascali, inoltre, parteciperà a giugno al progetto europeo I.C.E: Carneval/ Visual Art, organizzato dal Teatro Pubblico Pugliese di Bari.: cinque artisti, originari della zona adriatica – Fate Velaj per l’Albania, Mary Zygouri per la Grecia, Dusica Ivetic per il Montenegro e i pugliesi Dario Agrimi e Luigi Presicce per l’ Italia – si confronteranno con le maestranze artigiane e i mastri cartapestai locali in una residenza artistica, dando vita a un’opera che sarà esposta a giugno, in un’iniziativa diretta dal Museo Pascali e curata da Giusy Caroppo.
Il museo sarà poi coinvolto, a partire dalla primavera, nella seconda edizione di SAC – Mari tra le mura: nel blu dipinto di Puglia, progetto a sostegno della creatività e dei giovani artisti a livello nazionale e internazionale, finanziato dalla Regione Puglia e che ha riscosso notevole successo alla BIT, Fiera del turismo di Milano, coinvolgendo i comuni di Polignano a Mare, Mola di bari, Conversano e Rutigliano. Come per la scorsa edizione, verrà promosso un bando rivolto a giovani artisti nazionali e internazionali, che saranno selezionati da una giuria di esperti per la partecipazione ad una residenza artistica in prestigiose location quali il Palazzo di San Giuseppe (ex Museo Pino Pascali) a Polignano a Mare, la Casa della Cultura (Palazzo San Domenico – ex Municipio) a Mola di Bari, Palazzo San Domenico (Museo del Fischietto) a Rutigliano e Monastero San Benedetto a Conversano. Le opere create in residenza saranno successivamente esposte in una mostra coordinata dalla Fondazione Museo Pascali.

– Cecilia Pavone

www.museopinopascali.it

 

 

CONDIVIDI
Cecilia Pavone
Giornalista professionista, Cecilia Pavone è nata a Taranto e ha conseguito la laurea in Filosofia con specializzazione in Storia delle Dottrine Politiche all'Università degli Studi di Bari. Nel suo percorso professionale giornalistico ha lavorato per il quotidiano "Nuovo Corriere Barisera" di Bari specializzandosi nel settore cultura e spettacoli. Tra le sue collaborazioni: "Il Settimanale" di Bari, "Il Resto del Carlino" di Bologna, "Exibart" dal 2007 fino al febbraio 2011, quando ha seguito Massimiliano Tonelli e Marco Enrico Giacomelli alla nuova testata d'arte "Artribune". Attualmente scrive anche su "Lobodilattice.com" e "Metalwave.com".