Masque teatro mette in scena l’affascinante storia di Nikola Tesla. Fra gabbie, pistoni e una Tesla Coil da un milione di volt, al Teatro i di Milano

Il folgorante inizio di Nikola Tesla. Lectures, performance / conferenza / esperimento nella quale Lorenzo Bazzocchi affronta la storia del grande scienziato serbo, vede il conferenziere, all’interno di una gabbia di Faraday, misurarsi con una Tesla Coil da un milione di volt. Segue una puntuale e circostanziata narrazione, fortificata da numerose dimostrazioni, che mette in […]

Il folgorante inizio di Nikola Tesla. Lectures, performance / conferenza / esperimento nella quale Lorenzo Bazzocchi affronta la storia del grande scienziato serbo, vede il conferenziere, all’interno di una gabbia di Faraday, misurarsi con una Tesla Coil da un milione di volt. Segue una puntuale e circostanziata narrazione, fortificata da numerose dimostrazioni, che mette in evidenza le motivazioni che hanno spinto Masque teatro a tentare la messa in scena del visionario universo di Tesla, conducendo il pubblico “nelle pieghe di un misconoscimento che non ha eguali nella storia delle conoscenze”. Spiega Bazzocchi: “>Quando avvicinammo per la prima volta l’incredibile storia di Nikola Tesla frequentemente ci tormentò l’idea di avere a che fare con una sorta di leggenda metropolitana: come poteva essere possibile che l’uomo che aveva realizzato la prima centrale elettrica al mondo imbrigliando le cascate del Niagara, potesse essere un perfetto sconosciuto ed anzi lasciato nell’angolo oscuro della storia scientifica ed umana del secolo appena passato di cui chiaramente era stato il protagonista?”.
Dopo quindici anni di studio la rigorosa compagnia forlivese è approdata a questa performance, al termine della quale viene replicato, seppur in scala minore, l’esperimento di trasmissione di energia elettrica senza fili Wireless transmission of power, concepito e messo in opera da Tesla a Colorado Springs sul finire del diciannovesimo secolo. Ogni sera, dopo le Nikola Tesla. Lectures, Masque teatro propone Il presente, di e con Eleonora Sedioli: “Una lamiera metallica è sospesa su pistoni pneumatici che ne variano il profilo imponendole perimetri variabili. La figura aderisce alla sinusoide d’acciaio, ne coglie le variazioni. Il movimento respiratorio della macchina impone nuove ed impensate geometrie restringendo ed allargando a dismisura il paesaggio corporeo”. Masque teatro è al Teatro i di Milano dal 6 al 9 marzo.

– Michele Pascarella

http://www.teatroi.org
http://www.masque.it

CONDIVIDI
Michele Pascarella
Dal 1992 si occupa di teatro contemporaneo e tecniche di narrazione sotto la guida di noti maestri ravennati. Dal 2010 è studioso di arti performative, interessandosi in particolare delle rivoluzioni del Novecento e delle contaminazioni fra le diverse pratiche artistiche.
  • raffaella

    Ricordare Tesla e tralasciare il fatto che fu ucciso,proprio perché la sua straordinaria invenzione,avrebbe impedito torbidi interessi economici, mi pare quasi una presa in giro. Non si ha il coraggio di raccontare la verità, di affermare che Tesla avrebbe reso migliore il Pianeta. È ipocrita tutto questo.Meglio non parlarne del tutto,se quello che viene rappresentato è una mezza verità.