Esiste una Bergamo creativa e all’avanguardia? Certo che sì. E la scopri sfogliando il prossimo numero di Artribune Magazine in uscita a giorni

Con Expo 2015 e Miart un passaggio da Milano in questi mesi si deve fare. E può essere l’occasione, per chi viene da più lontano, per scoprire l’intera Regione. Fra le mete più abbordabili, per una passeggiata fuori porta, c’è sicuramente Bergamo: che si prepara alla possibile invasione con un “sistema” artistico-culturale strutturato e diversificato. […]

Con Expo 2015 e Miart un passaggio da Milano in questi mesi si deve fare. E può essere l’occasione, per chi viene da più lontano, per scoprire l’intera Regione. Fra le mete più abbordabili, per una passeggiata fuori porta, c’è sicuramente Bergamo: che si prepara alla possibile invasione con un “sistema” artistico-culturale strutturato e diversificato. Argomento perfetto per la rubrica “Distretti” di Artribune Magazine, che infatti se ne occupa sul numero 24 a brevissimo in distribuzione. Uno dei fulcri per gli appassionati di contemporaneo è sicuramente la GAMeC: il museo diretto da Giacinto di Pietrantonio offre come evento clou in questi mesi la mostra di Cory Arcangel, campione della “new media generation”. Ancora contemporaneo, ma stavolta sul fronte privato, con la brillante galleria di Thomas Brambilla, che fino al 23 maggio propone le opere di Ron Gorchov, baldo ottantenne che esordisce in Italia. E non mancano i posti giusti dove consigliare un passaggio fra una visita e l’altra, per esempio all’ora di pranzo: come La Bottega del Buongustaio, santuario del gusto, che opera dal 1970, dove avrete modo di soddisfarvi ordinando un panino farcito, o magari una spiadipizza accompagnata da una centrifuga. Cominciate a farci un pensierino? Su Artribune Magazine trovate molti altri consigli, con tanto di mappa…

Abbonati ad Artribune Magazine
Acquista la tua inserzione sul prossimo Artribune Magazine

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.