A Parigi parte la fair week di primavera. Si inizia con Drawing Now, al Carreau du Temple: ci sono anche le gallerie italiane Federico Luger e Marie-Laure Fleisch

Contrastare l’”autunno caldo” presidiato dalla sempre più in forma Fiac, come stagione di riferimento per le fiere d’arte a Parigi, è impresa ardua, per non dire vana: eppure non mancano rassegne che iniziano metaforicamente a sgomitare in primavera, se non altro per creare una massa critica che catalizzi gli interessi di galleristi e collezionisti, anche […]

Contrastare l’”autunno caldo” presidiato dalla sempre più in forma Fiac, come stagione di riferimento per le fiere d’arte a Parigi, è impresa ardua, per non dire vana: eppure non mancano rassegne che iniziano metaforicamente a sgomitare in primavera, se non altro per creare una massa critica che catalizzi gli interessi di galleristi e collezionisti, anche a marzo. A guidare la fronda fieristica è indubbiamente Art Paris, che scalda i motori in vista del debutto del 26 marzo al Grand Palais. Ma ad anticiparla, nell’altrettanto fascinosa location del Carreau du Temple, nel cuore di Parigi, è Drawing Now, l’evento – come dice chiaramente il nome – dedicato “alle diversità del disegno contemporaneo di oggi e degli ultimi 50 anni”. L’edizione numero nove, in scena fra mercoledì 25 e domenica 29 marzo, si presenta al via sui due pieni dell’architettura postindustriale con 73 gallerie internazionali, selezionate da un comitato indipendente. La dominante? Resta francese, con nomi anche storici, da Laurent Godin a Lelong: eppure non mancano gli espositori internazionali, con due presenze in arrivo anche dall’Italia, la milanese Federico Luger (FL Gallery) e la romana, sempre più attiva a livello internazionale, Marie-Laure Fleisch.

Dal 25 al 29 marzo 2015
Carreau du Temple
4 rue Eugène Spuller – Parigi
http://www.drawingnowparis.com/

 

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.