Un po’ di Louvre, a Venezia. Accordo fra la Fondazione Musei Civici e l’Ecole du Louvre su formazione, studio e ricerca: e l’effetto Belli continua…

Un accordo che permette all’istituzione “di consolidare ed accrescere sempre più il proprio ruolo di partner strategico nell’ambito dell’istruzione, della ricerca scientifica e della formazione professionale nel settore culturale, anche attraverso l’adesione a programmi di cooperazione internazionale”. Con queste parole il presidente della Fondazione Musei Civici di Venezia, Walter Hartsarich, commenta l’ultima prestigiosa novità appena […]

Il Louvre

Un accordo che permette all’istituzione “di consolidare ed accrescere sempre più il proprio ruolo di partner strategico nell’ambito dell’istruzione, della ricerca scientifica e della formazione professionale nel settore culturale, anche attraverso l’adesione a programmi di cooperazione internazionale”. Con queste parole il presidente della Fondazione Musei Civici di Venezia, Walter Hartsarich, commenta l’ultima prestigiosa novità appena annunciata dall’istituzione della Serenissima, l’accordo di cooperazione, insegnamento e ricerca con l’Ecole du Louvre, celebre ente di formazione superiore nato nel 1882, emanazione del grande museo parigino e focalizzato sulla divulgazione della storia dell’arte e delle tecniche di conservazione e valorizzazione del patrimonio culturale.
Un’iniziativa che conferma l’importanza del lavoro svolto dalla Fondazione Musei Civici, dove inizia a far vedere i suoi frutti la scelta di affidare la direzione a una professionista come Gabriella Belli, protagonista della “new age” al fianco del presidente Hartsarich. Una convenzione di durata triennale, mirata a “promuovere la divulgazione, lo studio e la ricerca in ambito storico-artistico attraverso l’organizzazione di attività di tirocinio che sviluppino competenze specifiche in ambito museale”. Che inserisce l’istituzione veneziana in un lotto di partner che vanno dall’Accademia di Francia di Roma al Museo del Prado di Madrid, all’Università del Texas di Dallas, ai musei di Glasgow, alla School of African Heritage del Benin.
L’accordo offrirà agli studenti dell’istituzione parigina la possibilità di essere ospitati per studio-ricerca nelle varie sedi della Fondazione Musei Civici; i tirocini riguarderanno diversi campi, dalla museologia alla storia delle collezioni, dalla conservazione al registrariato e alla documentazione. Inoltre le due istituzioni svolgeranno attività congiunte di ricerca e collaboreranno nell’organizzazione di seminari, conferenze e convegni, oltre che nello scambio di informazioni, documenti, pubblicazioni e altri materiali pedagogici.

www.visitmuve.it

  • Redigrerein Mila

    Ma quale effetto Belli!! Informatevi a Parigi…