Philippe Daverio, Palazzo Barberini e Il Gioco del Lotto. È lui il protagonista a Roma del nuovo step de Il Gioco Serio dell’arte

È Philippe Daverio il protagonista de Il Gioco Serio dell’arte del 5 febbraio. L’incontro con il grande critico d’arte, famoso in tutta Italia per la sua trasmissione Passepartout, ancora in onda in replica sulla RAI, è in programma alle 18 nell’abituale sede di Palazzo Barberini, a Roma. Lui, che per anni ha raccontato l’arte ogni […]

Philippe Daverio
Philippe Daverio

È Philippe Daverio il protagonista de Il Gioco Serio dell’arte del 5 febbraio. L’incontro con il grande critico d’arte, famoso in tutta Italia per la sua trasmissione Passepartout, ancora in onda in replica sulla RAI, è in programma alle 18 nell’abituale sede di Palazzo Barberini, a Roma. Lui, che per anni ha raccontato l’arte ogni domenica, giovedì sarà l’anima di una conversazione con Massimiliano Finazzer Flory, conduttore del ciclo realizzato grazie a Il Gioco del Lotto nel prestigioso palazzo romano.
Argomento della discussione sarà “Il 900, nostro secolo”, con l’obbiettivo di presentare una riflessione etica ed estetica sul secolo conclusosi da oltre un decennio, nelle sue luci e ombre. E nell’arte, naturalmente, anche a partire dalla recente pubblicazione “Il secolo spezzato delle avanguardie” edito da Rizzoli, nel quale Daverio cura mostre impossibili, mai realizzate.

http://www.lottomaticaitalia.it/

  • angelov

    Cavoli…un incontro davvero stellare questo che vede Papero Kunz di fronte ad Aringa Secca…

  • Dario Serloseni

    Che noia! Ha uno spazio eccessivo quest’uomo. Nella trasmissione Rai Pane Quotidiano quando parlava della bellezza ho avuto un senso di reazione profondo, va a slogan, con analisi superficiali da brivido. Mi chiedo, ma perché non studia?? Eppure ci sono tanti filosofi dell’arte che sul tema hanno dato risposte convincenti e insieme problematiche. No lui è l’uomo delle asserzioni. Sa tutto e risponde su tutto. Nella stessa puntata era presente Cristiana Collu, su due domande (meglio che la giornalista si occupi d’altro!) ha avuto a disposizione un minuto e qualche secondo per rispondere, in pratica nulla. Dall’altra Daverio pontificava sui massimi sistemi. Questa è l’Italia! Uno spot e mai analisi serie.