L’arte di ripensare un brand. Da Collistar a Guzzini, undici marchi famosi secondo undici giovani artisti. Il progetto di Bugnion sbarca a Verona

Da un lato c’è l’arte, quella pura, che punta alla bellezza e all’esplorazione concettuale; dall’altro la creatività prestata al mercato, alla comunicazione, alle strategie di marketing. Due mondi lontani, che qualche volta, però, si incontrano. È il caso di Branding Art, progetto lanciato lo scorso giugno da Bugnion, società italiana leader nel settore della consulenza […]

Danilo Bozzetto

Da un lato c’è l’arte, quella pura, che punta alla bellezza e all’esplorazione concettuale; dall’altro la creatività prestata al mercato, alla comunicazione, alle strategie di marketing. Due mondi lontani, che qualche volta, però, si incontrano. È il caso di Branding Art, progetto lanciato lo scorso giugno da Bugnion, società italiana leader nel settore della consulenza in proprietà industriale ed intellettuale. Mossa da una passione per lo scouting creativo, per il collezionismo ma anche per il mondo dell’impresa, Bugnion s’è inventata una mostra itinerante, lanciata a Milano, che ha visto in azione undici artisti emergenti, chiamati a uscire in parte dai propri panni e a confrontarsi con il ruolo di creative director: essere l’uno e l’altro, in una volta sola.
L’obiettivo? Ripensare, con l’occhio dell’artista, dei brand di caratura internazionale, ormai parte dell’immaginario collettivo: destrutturarli, doppiarli, negarli, riaffermarli, capovolgerli, partorire delle variazioni su tema in molte forme possibili. E sono Bonduelle, Braccialini, Braulio, Bugnion, Collistar, Colussi, Ducati, Guzzini, Ignis, Lindt e Riello a mettere la propria identità di marchi forti e riconoscibili nelle mani di altrettanti sperimentatori: Danilo Bozzetto, Martin Cambriglia, Lele De Bonis, Marco De Rosa, Umberto Diecinove, Michele Mich Faré, Elisabetta Forte, Marcello Gatti – Myoopia, Giulia Iacolutti, Nicolas Navoni, Attilio Romero e Dude Selection.
Dopo il debutto milanese l’evento arriva a Verona, il prossimo 26 febbraio. Un viaggio che continua, lunga una doppia linea di valorizzazione: i brand da un lato, i giovani artisti dall’altro. Sincronicamente, in un racconto nuovo.

Branding Art
Palazzo della Gran Guardia, Verona
26 febbraio 2015
www.bugnion.it
 

 

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è giornalista, critico d'arte contemporanea e curatore. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Oggi membro dello staff di direzione di Artribune, è responsabile di Artribune Television. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanee. È stata curatore nel 2009 dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico di SACS nel 2013, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura progetti espositivi presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali, specificamente delle ultime generazioni.