Art Digest: Damien Hirst? Un passatista vittoriano. Regalo di Natale firmato Picasso. Jeff Koons campione di basket

Damien Hirst ha arretrato l’arte contemporanea di 100 anni. Parola di Mary Moore, figlia del grande scultore Henry Moore: “mio padre lavorò tanto per sfidare le forme dell’Arte Vittoriana, ora si torna indietro”… (theguardian.com) Il dipinto, intitolato La Coiffeuse, era stato acquistato per 30 euro come regalo di Natale negli USA. Ma si è scoperto […]

La Coiffeuse, di Pablo Picasso

Damien Hirst ha arretrato l’arte contemporanea di 100 anni. Parola di Mary Moore, figlia del grande scultore Henry Moore: “mio padre lavorò tanto per sfidare le forme dell’Arte Vittoriana, ora si torna indietro”… (theguardian.com)

Il dipinto, intitolato La Coiffeuse, era stato acquistato per 30 euro come regalo di Natale negli USA. Ma si è scoperto che era un’opera di Pablo Picasso rubata al Centre George Pompidou di Parigi… (abc.es)

La Fondazione Jumex annulla la mostra di Hermann Nitsch per le diffuse proteste contro la violenza e l’uso del sangue. E a Città del Messico scoppia una bufera: si dimettono il direttore Patrick Charpenel e la curatrice Magalí Arriola… (nytimes.com)

È una delle cifre più alte mai pagate negli USA per un’opera di arte pubblica. Costerà 8 milioni di dollari la scultura di Jeff Koons piazzata davanti alla nuova arena di basket di Sacramento… (observer.com)

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.