100 facce della musica italiana. Nelle foto di Giovanni Gastel, ma non solo: ecco chiccera al party presso la Fabbrica del Vapore di Milano

Non ci saranno tutti, ma quasi. Cento artisti ai massimi livelli – soprattutto di popolarità – della musica italiana, altrettanti ritratti fotografici firmati Giovanni Gastel. Questo, in sintesi, il progetto Le 100 facce della musica italiana, presentato nel numero di febbraio di Rolling Stone – edizione italiana – e nell’omonima mostra aperta al pubblico da […]

Party alla Fabbrica del Vapore per Giovanni Gastel e Rolling Stone
Party alla Fabbrica del Vapore per Giovanni Gastel e Rolling Stone

Non ci saranno tutti, ma quasi. Cento artisti ai massimi livelli – soprattutto di popolarità – della musica italiana, altrettanti ritratti fotografici firmati Giovanni Gastel. Questo, in sintesi, il progetto Le 100 facce della musica italiana, presentato nel numero di febbraio di Rolling Stone – edizione italiana – e nell’omonima mostra aperta al pubblico da ieri alla Fabbrica del Vapore di Milano.
Ma chi sono, insomma, i soggetti selezionati per lo shooting di Gastel? Facciamo qualche nome: Elisa e Ornella Vanoni, Omar Pedrini e Francesco De Gregori, Ligabue e Jovanotti; li ritrovate tutti nella nostra photogallery, ritratti da Giovanni Gastel o paparazzati al party di giovedì sera, organizzato da Rolling Stone nello spazio dell’esposizione di Milano.
Se c’erano, è segno che l’operazione di Giovanni Gastel è piaciuta innanzitutto a loro, gli artisti. Il fotografo, dal canto suo, assicura che “abbiamo riso e parlato e fotografato in quel luogo di sospensione del tempo e dello spazio che è il mio studio fotografico. E ci siamo trovati e in qualche modo capiti, in quell’istante di reciproca seduzione che è sempre uno scatto fotografico riuscito”.
Tra gli incontri/confronti artistici, uno in particolare ha acquistato a posteriori particolare importanza. Perché anche Pino Daniele compare nella galleria di Gastel e – per onorare la sua memoria – in quarta di copertina su Rolling Stone: nessuno poteva immaginare, sul momento, che quello sarebbe stato l’ultimo riratto del cantautore napoletano, scomparso prematuramente a gennaio.

Caterina Porcellini

www.insidemusicoutsideart.com

CONDIVIDI
Caterina Porcellini
Caterina Porcellini è nata a Taranto, si è formata al DAMS di Bologna e professionalmente a Milano. Già durante l'università sviluppa un interesse per l'influenza esercitata dalla tecnologia su pensiero e società, attraverso le tesi di Marshall McLuhan, Walter J. Ong e Lev Manovich. Da allora si mantiene sempre aggiornata sui nuovi media, lavorando come web editor, social media manager e consulente SEO. Dal 2007 ha collaborato con testate specialistiche e non, Exibart e alcuni siti del Gruppo 24 ORE tra gli altri. Continua ad avere un occhio di riguardo per quelle forme d'espressione che hanno una relazione diretta con il pubblico: architettura e design, fotogiornalismo, performance e installazioni. Grazie alla recente collaborazione con Plain Ink Onlus, sta approfondendo l'utilizzo con finalità sociali dei mezzi di comunicazione popolari, come fumetti e storytelling.