Una performance tra pittura e fotografia. Le allieve di un liceo artistico di Bergamo interpretano i dipinti della storia dell’arte: donne, arte e libri

Sbirciando la home page del sito del Liceo Artistico “Giacomo e Pio Manzù” di Bergamo l’occhio cade subito sulla colonna centrale. È la bacheca dedicata alle attività culturali, collaterali a quelle didattiche: uno spettacolo di danza per la Giornata della Memoria, un laboratorio creativo sulla strage di Charlie Hebdo, un incontro di sensibilizzazione sulla dislessia, […]

Le donne che leggono sono pericolose - Liceo Artistico Giacomo e Pio Manzù, Bergamo

Sbirciando la home page del sito del Liceo Artistico “Giacomo e Pio Manzù” di Bergamo l’occhio cade subito sulla colonna centrale. È la bacheca dedicata alle attività culturali, collaterali a quelle didattiche: uno spettacolo di danza per la Giornata della Memoria, un laboratorio creativo sulla strage di Charlie Hebdo, un incontro di sensibilizzazione sulla dislessia, un contest per la realizzazione di un calendario dell’AVIS, un progetto di comunicazione per il Premio Narrativa 2015, in collaborazione con il Comune. L’immagine di una “buon scuola”, insomma. In cui creatività, attenzione al sociale e attualità guidano il lavoro di allievi e docenti.
Non è strano, dunque, che in un contesto come questo venga fuori un progetto intelligente e divertente, come quello messo a punto da Andrea Benedetta Bonaschi e Francesca Mirabile della IV D, con la collaborazione degli studenti e dei docenti di tutto l’Istituto, ed il coordinamento del professor Enrico De Pascale. Una cosa a metà tra performance e fotografia, e un mostra finale pensata per festeggiare un evento lieto: alla Biblioteca della scuola sono appena giunti di quasi mille libri d’arte, donati da soggetti pubblici e privati bergamaschi: Accademia Carrara, Associazione Seriatese Arti Visive – ASAV, Bolis Edizioni, Credito Bergamasco, GAMeC, Galleria Ceribelli, Galleria Lorenzelli, Grafica e Arte Bergamo, Lubrina Editore.

Le donne che leggono sono pericolose - Liceo Artistico Giacomo e Pio Manzù, Bergamo
Le donne che leggono sono pericolose – Liceo Artistico Giacomo e Pio Manzù, Bergamo

Un tesoretto importante, che i ragazzi hanno voluto salutare così: unendo il tema della condizione femminile e quello dell’importanza della lettura, la storia dell’emancipazione delle donne nella società moderna e contemporanea diventa una storia fatta di conoscenza, di accesso al sapere. E di diritti conquistati, lentamente, cominciando proprio da quello alla cultura.
A monte c’è un’accurata ricognizione storico-artistica, alla ricerca di dipinti più o meno celebri del passato, raffiguranti donne immerse nella lettura. Poi, l’azione scenica, mescolando pittura, performance e fotografia: le allieve hanno interpretato in chiave contemporanea i dipinti, riprendendone le pose, i colori, le atmosfere. Il tutto trasposto nel quotidiano, con abiti, pettinature, contesti e dettagli attuali. Il risultato è una serie di foto ironiche, fresche, ben studiate, abbinate alle immagini gemelle di qualche secolo fa. E come titolo uno slogan ad effetto: “Le donne che leggono sono pericolose”. Il “pericolo” – sovversivo, destabilizzante – dell’indipendenza e della libertà.

– Helga Marsala

www.liceoartisticobergamo.gov.it

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è giornalista, critico d'arte contemporanea e curatore. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Oggi membro dello staff di direzione di Artribune, è responsabile di Artribune Television. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanee. È stata curatore nel 2009 dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico di SACS nel 2013, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura progetti espositivi presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali, specificamente delle ultime generazioni.
  • Tanagra

    Una iniziativa veramente ammirevole.Complimenti alle insegnanti.cosi si avviano le giovani generazioni alla conoscenza e all’amore per l’arte.interessante sapere che la biblioteca della scuola ha ricevuto e accettato libri d’arte..non tutte le biblioteche anche quelle pubbliche sono interessate a questo tipo di donazione.

  • Pingback: » Blog Archive » Il Liceo su ARTRIBUNE()