Preziosa opera a Valenza. Ultimi giorni per la mostra a Villa Scalcabarozzi, futuro Museo del Gioiello. Una wunderkammer di dipinti e gioielli

C’è ancora tempo fino a domenica 25 gennaio per poter vedere la mostra, a cura di Domenico Maria Papa, Preziosa Opera. Capolavori dell’arte e tradizione orafa a Valenza, con le opere di Umberto Boccioni, Filippo De Pisis, Giovanni Boldini, Domenico Induno, Felice Casorati, Giorgio De Chirico, Giuseppe Pellizza Da Volpedo e Andy Warhol. Questi sono […]

C’è ancora tempo fino a domenica 25 gennaio per poter vedere la mostra, a cura di Domenico Maria Papa, Preziosa Opera. Capolavori dell’arte e tradizione orafa a Valenza, con le opere di Umberto Boccioni, Filippo De Pisis, Giovanni Boldini, Domenico Induno, Felice Casorati, Giorgio De Chirico, Giuseppe Pellizza Da Volpedo e Andy Warhol. Questi sono solo alcuni dei grandi nomi scelti per illustrare il panorama artistico nel quale si è formata la tradizione orafa valenzana. Che anche in questa occasione, dopo il successo dello scorso anno della mostra Tesori d’Arte a Valenza, non manca di sottolineare il suo forte spirito collezionistico (molte delle opere provengono da collezioni private del territorio, oltre che da musei), in un luogo (Villa Scalcabarozzi) che diventerà il futuro Museo del Gioiello. Finora ci sono stati circa 2000 visitatori, con un buon numero di presenze agli eventi speciali, ultimo quello di sabato 17 gennaio, con l’incontro “L’arte attuale” insieme agli artisti presenti in mostra, tra i quali Antonio De Luca, Laura Rivalta, Carlo Galfione, Carlo D’Oria, Luisa Valentini, Andrea Massaioli, Jessica Carroll e Maura Banfo. Un momento di approfondimento del rapporto tra la figura dell’artista e il territorio in cui opera, a confronto con le produzioni d’eccellenza.