Lo Strillone: esce oggi romanzo-bomba di Michel Houellebecq, anticipazioni su Il Giornale. E poi Luisa Casati Stampa, Pablo Neruda…

È (diventato) il caso editoriale dell’anno, e oggi arriva nelle librerie di tutta Italia. È Sottomissione (Bompiani, pagg. 252, euro 17,50), il romanzo di Michel Houellebecq che immagina la Francia islamizzata: “una Francia governata da un presidente musulmano, Mohammed Ben Abbes. Siamo nel 2022. Per sbarrare la strada a Marine Le Pen, sia i socialisti […]

Quotidiani
Quotidiani

È (diventato) il caso editoriale dell’anno, e oggi arriva nelle librerie di tutta Italia. È Sottomissione (Bompiani, pagg. 252, euro 17,50), il romanzo di Michel Houellebecq che immagina la Francia islamizzata: “una Francia governata da un presidente musulmano, Mohammed Ben Abbes. Siamo nel 2022. Per sbarrare la strada a Marine Le Pen, sia i socialisti sia il centrodestra si alleano con il neonato partito musulmano”. Alcuni brani li anticipa Il Giornale.

Una donna stupefacente. Uno sfondo vivido, Milano-Roma-Venezia-Parigi tra le due guerre. Un materiale vivace, tra erotismo, esotismo, esoterismo”. Su L’Espresso spazio all’immaginifica figura della Marchesa Luisa Amman Casati Stampa, “narcisista ispiratrice di artisti e poeti, da D’Annunzio a Léon Bakst a Man Ray”: a Venezia le dedica una grande mostra Palazzo Fortuny, mentre il ritratto tracciato da Luca Scarlini esce per i tipi di Skira.

La creatività in difesa dei luoghi di cultura“. Questo il grido di battaglia dell’anonima scultrice scozzese che lascia le sue opere davanti a musei e biblioteche, e che La Repubblica rilancia dalle sue pagine: “coprirò di libri il mondo“. Poesia per Il Messaggero: esce oggi in Spagna il volume Tus pies toco en la sombra, molti versi sconosciuti del grande Pablo Neruda appartenenti al periodo della maturità. Tra i temi trattati la natura, la speranza, il suo Paese.

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.