I quattordici della Bevilacqua La Masa. Ecco le immagini della mostra conclusiva del programma di residenze della fondazione veneziana

Anche quest’anno la Fondazione Bevilacqua La Masa punta i riflettori della nuova stagione espositiva sui risultati della ricerca artistica condotta dai giovani under trentacinque vincitori dei dodici atelier, dislocati tra l’isola della Giudecca e il centro storico, concessi dall’istituzione veneziana durante il 2014. Giuseppe Abate e Paola Angelini, Anemoi, Marko Bjelančević, Saverio Bonato, Pamela Breda, […]

Anche quest’anno la Fondazione Bevilacqua La Masa punta i riflettori della nuova stagione espositiva sui risultati della ricerca artistica condotta dai giovani under trentacinque vincitori dei dodici atelier, dislocati tra l’isola della Giudecca e il centro storico, concessi dall’istituzione veneziana durante il 2014. Giuseppe Abate e Paola Angelini, Anemoi, Marko Bjelančević, Saverio Bonato, Pamela Breda, Samuele Cherubini, gli Impresari, Graziano Meneghin e Jacopo Trabona, Fabrizio Perghem, Fabio Roncato, Caterina Erica Shanta, Eleonora Sovrani, accompagnati dalla curatela di Rachele D’Osualdo, portano ora in scena il frutto di un percorso lungo e stratificato che concretizza gli obiettivi e le forme del loro “fare artistico”.
Dal contesto veneziano alla realtà contemporanea fino al processo creativo vero e proprio, i terreni d’indagine sono molti e non per forza coincidenti, al pari delle tecniche utilizzate dagli artisti in mostra. Pittura, video, installazioni, suono riempiono gli spazi della Galleria di Piazza San Marco e confermano la pluralità di una collettiva in cui a contare sono i singoli protagonisti. C’è tempo fino al 22 febbraio per godersela dal vivo, intanto ecco qualche scatto…

Arianna Testino

www.bevilacqualamasa.it

 

 

  • d.o)

    Grazie per il reportage fotografico, molto interessante