Bologna Updates: ad Arte Fiera poca presenza internazionale nel pubblico. No, non sono i dati ufficiali ma i risultati del nostro taxi poll

“Beh certo non è il Cersaie o il Cosmoprof“, ci spiega l’uomo alla guida, “in quei casi davvero c’è gente di tutto il mondo, l’ultima volta un sacco di brasiliani“. Insomma per Arte Fiera c’è tanto movimento, ma la schiacciante maggioranza di chi si muove parla italiano. Questa almeno l’impressione dei tassisti che abbiamo interrogato […]

Beh certo non è il Cersaie o il Cosmoprof“, ci spiega l’uomo alla guida, “in quei casi davvero c’è gente di tutto il mondo, l’ultima volta un sacco di brasiliani“. Insomma per Arte Fiera c’è tanto movimento, ma la schiacciante maggioranza di chi si muove parla italiano. Questa almeno l’impressione dei tassisti che abbiamo interrogato nel nostro consueto taxi poll che durante le fiere italiane ci dà un po’ il polso della reale presenza di pubblico e clientela business.
E i nostri tassisti hanno sentenziato la pressoché totale assenza di pubblico internazionale. Dimostrandosi anche preparati sui contenuti della fiera: “credo tra l’altro anche anche gli espositori siano per lo più italiani“, ipotizza – azzeccandoci – uno di loro prima di ritornare a lamentarsi delle tariffe che il Comune tiene ferme da anni e anni. “E comunque“, continua, “il grosso del lavoro è il sabato sera per la notte bianca“.
La verità è che ArteFiera si svolge in seno ad un ente fieristico, Bologna Fiere, gigantesco. Secondo in Italia soltanto a Fiera Milano. Questo comporta che la kermesse artistica diretta da Claudio Spadoni e Giorgio Verzotti sia qualcosa di importante e frequentatissima per il mondo dell’arte, ma che sia al contempo poca cosa rispetto alle fiere di rilevanza planetaria che si tengono qui. E così i tassisti, ai quali non porta poi così tanto lavoro, la snobbano un po’: “ma davvero esiste da 39 anni? Non mi prenda in giro, saranno al massimo una decina. Ecco siamo arrivati, sono solo 7 euro, si rende conto?“.

CONDIVIDI
Artribune è una piattaforma di contenuti e servizi dedicata all’arte e alla cultura contemporanea, nata nel 2011 grazie all’esperienza decennale nel campo dell’editoria, del giornalismo e delle nuove tecnologie.