Art Digest: Bruguera, ha il diritto di rimanere in silenzio. Marlene Dumas e il kitsch pre-Tate Modern. Abbiamo trovato Atlantide, ecco le prove

“Ho chiesto un avvocato, e hanno detto di no. Ho chiesto di chiamare mia madre, e hanno detto di no“. A quasi due settimane dal suo arresto a Cuba, Tania Bruguera racconta come sono andate le cose… (latimes.com) “Quando inizio a lavorare su un dipinto, è il kitsch più totale!“. A poche settimane dall’inizio della […]

Marlene Dumas

Ho chiesto un avvocato, e hanno detto di no. Ho chiesto di chiamare mia madre, e hanno detto di no“. A quasi due settimane dal suo arresto a Cuba, Tania Bruguera racconta come sono andate le cose… (latimes.com)

Quando inizio a lavorare su un dipinto, è il kitsch più totale!“. A poche settimane dall’inizio della sua retrospettiva londinese, alla Tate Modern, il Guardian mette Marlene Dumas davanti ai microfoni… (theguardian.com)

Giambologna a Parigi, come Medardo Rosso a Roma. Una scultura in bronzo rubata dal Musée des Arts Décoratifs è stata ritrovata in un cestino dei rifiuti nel bagno dello stesso museo… (artnet.com)

Credete nelle leggende? O credete che non siano leggende? Un’equipe di archeologi sostiene di avere trovato un tesoro perduto che potrebbe dimostrare l’esistenza di Atlantide… (abc.es)

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Nel 2014 ha curato, assieme a Fabio De Chirico, la mostra Artsiders, presso la Galleria Nazionale dell'Umbria di Perugia. Dal 2011 al 2017 ha fatto parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.