Olafur Eliasson alla Fondazione Louis Vuitton. Da Parigi immagini della grande mostra pronta a bissare il successo di Weather Project alla Tate Modern

Pronti al bis del clamoroso successo di Weather Project, andato in scena nel 2003 nella Turbine Hall della Tate Modern di Londra, come parte delle Unilever Series? Sarà difficile replicare, perché lui gode oggi di una notorietà planetaria che allora non c’era, e l’attesa è quindi già altissima. Lui – chi non lo ha già […]

Olafur Eliasson, Contact (foto Iwan Baan)

Pronti al bis del clamoroso successo di Weather Project, andato in scena nel 2003 nella Turbine Hall della Tate Modern di Londra, come parte delle Unilever Series? Sarà difficile replicare, perché lui gode oggi di una notorietà planetaria che allora non c’era, e l’attesa è quindi già altissima. Lui – chi non lo ha già capito? – è Olafur Eliasson, il grande artista islandese-danese che inaugura domani – oggi, 16 dicembre la preview – la sua grande mostra alla parigina Fondazione Louis Vuitton, al piano terra dell’edificio creato da Frank Gehry. Nero profondo, effetti ottici con specchi giganti, luci al neon e ombre: questo lo scenario che attende i fortunati invitati, e chi la visiterà fino al 16 febbraio 2015. Noi anticipiamo qualche immagine…

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.