Lo Strillone: cinquemila turisti fuori dai cancelli di Pompei su Il Foglio. E poi soldi dell’Ilva alla cultura a Taranto, Musée Grévin a Seoul, grandi mostre a Roma

“Un danno incalcolabile per l’immagine dell’Italia”, disse Dario Franceschini chiedendo le dimissioni dell’allora ministro Sandro Bondi per i mille problemi di Pompei. Ora le grane arrivano sul suo tavolo, riferisce Il Foglio: in questi giorni festivi oltre 5mila turisti sono restati fuori dai cancelli del sito archeologico: e pare che molti tour operator siano determinati […]

Quotidiani
Quotidiani

Un danno incalcolabile per l’immagine dell’Italia”, disse Dario Franceschini chiedendo le dimissioni dell’allora ministro Sandro Bondi per i mille problemi di Pompei. Ora le grane arrivano sul suo tavolo, riferisce Il Foglio: in questi giorni festivi oltre 5mila turisti sono restati fuori dai cancelli del sito archeologico: e pare che molti tour operator siano determinati a chiedere i danni.

Valorizzare il Museo Archeologico Nazionale. Il Sole 24 Ore fa il punto sul piano del Governo per uscire dalla crisi dell’Ilva a Taranto: nei 2 miliardi di euro complessivi molti chiedono che ci siano risorse da dedicare alla cultura. Italia Oggi viaggia per il mondo nelle vacanze natalizie: a Seoul per l’apertura di una nuova sede del Musée Grévin, a Parigi per la mostra sulla dinastia cinese Han.

Retrospettiva di Giorgio Morandi al Vittoriano, Raffaello ai Musei Capitolini, Balthus alle Scuderie del Quirinale: è Edoardo Sassi sull’edizione romana del Corriere della Sera ad anticipare le grandi mostre in arrivo nella Capitale per il 2015.

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.