Lo Strillone: arte islamica devastata dagli estremisti dell’Is su La Repubblica. E poi Alda Merini, le fotografie di Ernest Cole, Caravaggio…

Dalla tomba di Maometto a Mosul fino alla moschea costruita, ad Aleppo, dal cosiddetto Michelangelo ottomano: in pagina su La Repubblica i capolavori dell’arte e della cultura islamica distrutti dalla furia cieca dei miliziani dell’Is. Paginone dedicato invece a Caravaggio: è Bert Treffers a confermare l’autentica della Maddalena penitente scoperta recentemente da Mina Gregori. Una […]

Quotidiani
Quotidiani

Dalla tomba di Maometto a Mosul fino alla moschea costruita, ad Aleppo, dal cosiddetto Michelangelo ottomano: in pagina su La Repubblica i capolavori dell’arte e della cultura islamica distrutti dalla furia cieca dei miliziani dell’Is. Paginone dedicato invece a Caravaggio: è Bert Treffers a confermare l’autentica della Maddalena penitente scoperta recentemente da Mina Gregori.

Una pagina su Corriere della Sera per il Fidelio che aprirà la stagione della Scala di Milano; ampio spazio su La Stampa per la mostra che a New York celebra Ernest Cole, il primo foto-reporter nero a documentare il dramma dell’apartheid. L’eros giocoso di Alda Merini su Libero: si racconta La pazza della porta accanto, docu-film che Antonietta De Lillo dedica ai lati meno noti della personalità della poetessa.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.