I monumenti d’Europa si illuminano con The Art of Attentiveness. Un progetto itinerante, promosso dalla compagnia aerea SWISS: centinaia di occhi, accesi nella notte  

I grandi monumenti d’Europa, visti dall’alto. Con una luce nuova. Nel senso che ad illuminarli, per un volta, è l’estro di un artista, chiamato a ripensarne aspetto e identità, tramutando facciate di palazzi storici in superfici di luce e di colore. Si tratta di Gerry Hofstetter, creativo specializzato proprio nell’uso di strutture e immagini luminose, […]

The Art of Attentiveness , Londra

I grandi monumenti d’Europa, visti dall’alto. Con una luce nuova. Nel senso che ad illuminarli, per un volta, è l’estro di un artista, chiamato a ripensarne aspetto e identità, tramutando facciate di palazzi storici in superfici di luce e di colore.
Si tratta di Gerry Hofstetter, creativo specializzato proprio nell’uso di strutture e immagini luminose, ingaggiato da Swiss International Air Lines (SWISS), la compagnia aerea di bandiera della Svizzera, per uno spettacolare progetto itinerante dal titolo The Art of Attentiveness . Gran Bretagna, Germania, Francia, Spagna, Austria ed Italia sono i Paesi scelti da SWISS come mete di questa prima esperienza: individuate le location, Hofstetter elabora i suoi set, studiati sui misura per le architetture scelte. Una serie di scorci urbani, sottratti alla consuetudine, si trasformano così, temporaneamente, in teatri scintillanti, reinventati da tessiture visive site specific. Apparizioni magiche, da cogliere a distanza ravvicinata o con uno sguardo rapido, a volo d’uccello.

The Art of Attentiveness, Amburgo
The Art of Attentiveness, Amburgo

La prima tappa a Londra, sulla facciata  dell’Osservatorio Reale di Greenwich, dove una moltitudine di occhi – proprio quellidegli assistenti di volo SWISS – sono diventati materia prima per l’imponente trama luminosa, ispirata proprio alla potenza dello sguardo e alle sue molte declinazioni simboliche: attenzione, cura, stupore, conoscenza, sensibilità, empatia. Quindi è stata la volta Amburgo, con la celebre facciata del Fairmont Hotel Vier Jahreszeiten. E dopo aver toccato Vienna, Parigi e Barcellona e Milano (dove arriverà a marzo 2015), il progetto si concluderà in Svizzera.
The Art of Attentiveness è un regalo della compagnia aerea ai cittadini e i viaggiatori europei, ma anche un monito per invitare – nella frenesia che contagia globe trotter e lavoratori metropolitani – alla riscoperta del senso della meraviglia, all’esercizio della contemplazione, all’amore per le città, quelle proprie e quelle straniere. Per questo motivo, l’opera è stata studiata per essere anche interattiva: chi vorrà potrà offrire un contributo, partecipando all’installazione finale, grazie ad un semplice selfie. Basterà fotografarsi gli occhi e inviare lo scatto all’archivio in progress inaugurato da Hofstetter. Potreste ritrovare le vostre pupille, tra mille altre pupille del mondo, a risplendere sulla facciata di una grande architettura elvetica. Un firmamento di occhi, accesi nella notte.

– Helga Marsala

www.swiss.com

 

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.