Bologna, presentata la 39esima edizione di Arte Fiera, con la doppia direzione Spadoni-Verzotti. E a sorpresa arriva “Turner”, il film di Mike Leigh

  Presentata a Bologna la 39ma edizione di Arte Fiera. Motori accesi e macchina organizzativa in piena attività, in vista del lungo art weekend di fine gennaio. Si punta tutto – mentre monta la concorrenza della milanese miart – sul core business di sempre: il doppio binario moderno-contemporaneo, che unisce le eccellenze e i grandi […]

ArteFiera
ArteFiera

Arte Fiera

 

Presentata a Bologna la 39ma edizione di Arte Fiera. Motori accesi e macchina organizzativa in piena attività, in vista del lungo art weekend di fine gennaio. Si punta tutto – mentre monta la concorrenza della milanese miart – sul core business di sempre: il doppio binario moderno-contemporaneo, che unisce le eccellenze e i grandi nomi di entrambi i comparti, anche grazie alla partnership ufficiale con l’Associazione Italiana delle Gallerie di Arte Moderna e Contemporanea.
Continua a crescere il numero delle gallerie espositrici:  126 nel 2013, 172 nel 2014 e per il prossimo anno, quando ancora mancano due mesi al via, sono già a quota 185, con un incremento dell’8% sul 2014 e del 47% sugli ultimi due anni. Saranno in tutto 210 gli espositori, per un bastimento di oltre 2000 opere in arrivo nel capoluogo emiliano, per più di 1000 artisti fra maestri e giovani promesse. Garantito un occhio particolarmente attento all’Italia, dai nomi forti del secondo Novecento alle scommesse del presente e del futuro. “I risultati premiano il format sul quale abbiamo reinvestito per Arte Fiera: una fiera curatoriale”, spiega Duccio Campagnoli, presidente di BolognaFiere, “con un progetto di direzione artistica rivolto alla valorizzazione, innanzitutto, dell’arte italiana e del gallerismo italiano di arte moderna e contemporanea e del ruolo del collezionismo”. Un luogo, dunque,  in cui il grande collezionismo internazionale incontra opere importanti di evergreen comeFontana, Manzoni, Castellani, Boetti, Pistoletto, Burri, Dadamaino, Colombo, Calzolari, Bonalumi, Simeti.

Confermati Claudio Spadoni e Giorgio Verzotti, nei ruoli didirettori artistici, rispettivamentedella sezione arte moderna e arte contemporanea. Ma oltre alla Main Section – con le gallerie distribuite tra gli stand delle due aree – altre quattro sezioni animeranno l’evento bolognese: “FocusEst”, curato da Marco Scotini e incentrato alla produzione artistica dei Paesi del Mediterraneo e del Medio oriente; “Fotografia”,in collaborazione con MIA Fair, a cura di Fabio Castelli, con 24 gallerie concentrate sul linguaggio fotografico; “Solo Show”,14 gallerie con stand monografici dedicati ad artisti del moderno e del contemporaneo; “Nuove Proposte”,con 10 gallerie che presentano artisti under 35; “Art City”, giunto alla terza edizione,programma di eventi outdoor nato dalla collaborazione con il Comune di Bologna, che culminerà nella “Art White Night”, la Notte bianca dell’Arte, fissata per sabato 24 gennaio.
Belle occasioni anche per i cinefili, grazie a una rassegna curata dalla Fondazione Cineteca di Bologna e all’anteprima nazionale di Turner, il film di Mike Leigh presentato all’ultima edizione del Festival di Cannes, un omaggio alla straordinaria figura di William Turner, geniale protagonista della pittura romantica britannica. Il regista è atteso ad Arte Fiera domenica 25 per presentare alla stampa il suo lungometraggio, ad oggi in lizza per una candidatura agli Oscar. Confermata infine la nona edizione del “Premio Gruppo Euromobil” riservato alle opere di artisti under 30 presentate dalle gallerie di Arte Fiera.

www.artefiera.bolognafiere.it

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è giornalista, critico d'arte contemporanea e curatore. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Oggi membro dello staff di direzione di Artribune, è responsabile di Artribune Television. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanee. È stata curatore nel 2009 dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico di SACS nel 2013, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura progetti espositivi presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali, specificamente delle ultime generazioni.