Tutti i Cattelan della Sandretto Re Rebaudengo. Al CAC di Málaga la prima personale in Spagna dell’artista “pensionato d’oro”: ecco le immagini

Autunno caldissimo per Maurizio Cattelan. Mentre ancora tutto il mondo dell’arte discute – con toni contrastanti – sulla mostra Shit and Die, da lui co-curata a Torino, a New York è protagonista – ve l’abbiamo raccontato – della selling exhibition Cosa Nostra, curata dal collezionista e gallerista Adam Lindemann da Sotheby’s S|2 e da Venus […]

Autunno caldissimo per Maurizio Cattelan. Mentre ancora tutto il mondo dell’arte discute – con toni contrastanti – sulla mostra Shit and Die, da lui co-curata a Torino, a New York è protagonista – ve l’abbiamo raccontato – della selling exhibition Cosa Nostra, curata dal collezionista e gallerista Adam Lindemann da Sotheby’s S|2 e da Venus Over Manhattan. Ma non finisce qui: perché nel frattempo si è inaugurata al CAC di Málaga la sua prima mostra personale in Spagna, con otto pezzi provenienti dalla Fondazione Sandretto Re Rebaudengo che ne ricapitolano il lavoro del primo decennio del secolo, prima cioè che annunciasse provocatoriamente il suo pensionamento anticipato. “Ci sono momenti in cui essere scioccante o provocatorio può contribuire ad attirare l’attenzione a problemi più fondamentali“, scrive Cattelan sul catalogo della mostra curata da Fernando Francés: resta visibile fino al 4 Gennaio 2015, noi ne vediamo una serie di immagini nella fotogallery…

http://cacmalaga.eu

 

 

CONDIVIDI
Massimo Mattioli
É nato a Todi (Pg). Laureato in Storia dell'Arte Contemporanea all’Università di Perugia, fra il 1993 e il 1994 ha lavorato a Torino come redattore de “Il Giornale dell'Arte”. Nel 2005 ha pubblicato per Silvia Editrice il libro “Rigando dritto. Piero Dorazio scritti 1945-2004”. Nel 2007 ha curato la costituzione, l’allestimento ed il catalogo del Museo Nino Cordio a Santa Ninfa (Tp). Ha curato mostre in spazi pubblici e privati, fra cui due edizioni della rassegna internazionale di videoarte Agorazein. Ha collaborato con diverse riviste specializzate, e nel 2008 ha co-fondato il periodico Grandimostre, del quale è stato coordinatore editoriale. È stato membro del comitato curatoriale per il Padiglione Italia della Biennale di Venezia 2011, e consulente per il progetto del Padiglione Italia dedicato agli Istituti Italiani di Cultura nel mondo. Fa parte dello staff di direzione editoriale di Artribune, come caporedattore delle news.