Lo Strillone: Renzo Piano su La Repubblica presenta il suo museo per l’Università di Harvard. E poi esuberi all’Opera di Roma, Paris Photo…

Apertura di pagina su Corriere della Sera per la mostra che a New York porta alcuni tra i più antichi e preziosi manoscritti miniati della Biblioteca del Sacro Convento di Assisi; in taglio basso si annuncia l’imminente Paris Photo mentre prende una doppia, nella sezione dedicata al tempo libero, il progetto per un albergo d’artista […]

Quotidiani
Quotidiani

Apertura di pagina su Corriere della Sera per la mostra che a New York porta alcuni tra i più antichi e preziosi manoscritti miniati della Biblioteca del Sacro Convento di Assisi; in taglio basso si annuncia l’imminente Paris Photo mentre prende una doppia, nella sezione dedicata al tempo libero, il progetto per un albergo d’artista in quel di Anacapri.

Esclusiva su La Repubblica: Renzo Piano racconta a tutta pagina il museo che ha disegnato per l’università di Harvard, e che inaugura proprio in queste ore; rimando in prima pagina su La Stampa per la Torino Art Week che ruota attorno ad Artissima. Su Il Sole 24Ore le trattative tra cda e sindacati per scongiurare i paventati esuberi al Teatro dell’Opera di Roma.

Una breve su Libero per le quattro dame del Pollaiolo in mostra al Poldi Pezzoli; la polemica innescata dai Radicali a Torino, con la richiesta di togliere il patrocinio del Comune a Shit and Die nel pezzo di Claudia Colasanti per Il Fatto Quotidiano.

– Lo Strillone di Artribune è Francesco Sala

CONDIVIDI
Francesco Sala è nato un mesetto dopo la vittoria dei mondiali. Quelli fichi contro la Germania: non quelli ai rigori contro la Francia. Lo ha fatto (nascere) a Voghera, il che lo rende compaesano di Alberto Arbasino, del papà di Marinetti e di Valentino (lo stilista). Ha fatto l'aiuto falegname, l'operaio stagionale, il bracciante agricolo, il lavapiatti, il cameriere, il barista, il fattorino delle pizze, lo speaker in radio, l'addetto stampa, il macchinista teatrale, il runner ai concerti. Ha una laurea specialistica in storia dell'arte. Ha fatto un corso di perfezionamento in economia e managment per i beni culturali, così sembra tutto più serio. Ha fatto il giornalista per una televisione locale. Ha condotto un telegiornale che, nel 2010, ha vinto il premio speciale "tg d'oro" della rivista Millecanali - Gruppo 24Ore. Una specie di Telegatto per nerd. E' molto interista.