Lo Schermo dell’Arte torna a Firenze. L’arte raccontata al cinema. Artisti, registi, architetti, al confine tra due mondi creativi. Ecco il programma

Countdown finale per la settima edizione de “Lo Schermo dell’Arte Film Festival”, atteso a Firenze dal 12 al 16 novembre 2014. Cinque giorni di cinema d’autore, pensato per un pubblico di appassionati d’arte e architettura, con un palinsesto di trenta opere, tra film d’artista e documentari, e un’attività parallela di incontri, workshop e residenze pensati per e […]

Shahryar Nashat, Parade

Countdown finale per la settima edizione de “Lo Schermo dell’Arte Film Festival”, atteso a Firenze dal 12 al 16 novembre 2014. Cinque giorni di cinema d’autore, pensato per un pubblico di appassionati d’arte e architettura, con un palinsesto di trenta opere, tra film d’artista e documentari, e un’attività parallela di incontri, workshop e residenze pensati per e con artisti, registi, curatori, direttori di istituzioni internazionali.
Lo Schermo dell’Arte, insieme al fratello maggiore partenopeo, Arte Cinema, rappresenta un palcoscenico unico in Italia, in cui l’universo della creazione artistica, fatto di vicende biografiche, processi ideativi e produttivi, avventure espositive, percorsi di progettazione, spazi di approfondimento o informazione sull’arte, trova una propria dimensione narrativa nel mezzo cinematografico. Un progetto che seduce un pubblico di settore – appassionati d’arte e di cinema d’essai – ma che dischiude anche seduzioni inedite per un target più allargato.
E una formula che funziona, naturalmente, non si cambia. Il Festival, forte del successo conquistato in questi sette anni, conferma così le sue tradizionali sezioni:  Sguardi, con anteprime di documentari su storie e protagonisti dell’arte contemporanea; Cinema d’artista;Festival Talks;Focus on, quest’anno dedicato a Hito Steyerl, scelto – insieme ad altri artisti – per rappresentare la Germania alla Biennale di Venezia 2015; la III edizione di VISIO European Workshop on Artists’ Moving Images, con i video realizzati dai 12 artisti under 35 partecipanti al workshop curato da Leonardo Bigazzi, cui si aggiunge la I edizione di VISIO Residency Program. Il tutto suddiviso tra il Cinema Odeon, l’Institut français di Firenze, Villa Romana, Le Murate. Progetti Arte Contemporanea, Palazzo dell’Arte dei Giudici e Notai, per un network istituzionale che spalma l’evento tra alcune importanti arterie culturali cittadine.

Art4Space, Invader
Art4Space, Invader

Addentrandosi tra le fitte pagine del programma, sono tanti i film d’artista da segnarsi in calendario: l’anteprima di Parade, dello svizzero-iraniano Shahryar Nashat, in questo momento al Palais de Tokyo di Parigi con una grande personale; Art4Space dello street artist francese Invader, noto per i suoi personaggi ispirati al videogioco Space Invaders; Hamilton: A Film by Liam Gillick, un ritratto personalissimo di Gillick del maestro della Pop art europea, Richard Hamilton. Ancora anteprime con My Summer 77 With Gordon Matta-Clark, in cui si racconta, con materiali inediti, come nacque ad Anversa Office Baroque (1977), uno degli ultimi interventi dell’artista americano scomparso nel 1978, a soli 33 anni; Ai Weiwei Evidence, in cui Grit Lederer segue la visita a Pechino di Gereon Sievernich, direttore del Martin-Gropius Bau, arrivato per scegliere le opere dell’artista cinese, esposte poi a Berlino nel 2014; La cité étrange des Kabakov di Heinz-Peter Schwerfel, intensa intervista a Ilya ed Emilia Kabakov nello loro studio di Long Island;The Competition di Angel Borrego Cubero, dedicato alla competizione tra cinque archistar internazionali (Norman Foster, Frank Gehry, Jean Nouvel, Zaha Hadid, Dominique Perrault), finalisti al concorso per il progetto del Museo Nazionale di Andorra.
Tanti gli ospiti presenti, da Alain Fleischer, che presenta in anteprima italiana Naissance d’un musée, Le Louvre Lens, sull’apertura nel 2012 del nuovo Louvre a Lens, nella regione del Pas-de-Calais, all’architetto Joseph Grima, invitato per una conversazione a Le Murate. E in chiusura, naturalmente, arriva il film vincitore della IV edizione del Premio Lo Schermo dell’Arte 2013, The Mesh and the Circle, firmato dagli artisti portoghesi Mariana Caló e Francisco Queimadela. Un’anteprima mondiale, da non bucare.

Lo schermo dell’arte Film Festival – settima edizione
Cinema Odeon e altri luoghi
12 – 16 novembre 2014
www.schermodellarte.org
[email protected]

CONDIVIDI
Helga Marsala
Helga Marsala è critico d'arte, giornalista, notista culturale e curatore. Insegna all'Accademia di Belle Arti di Roma. Collaboratrice da anni di testate nazionali di settore, ha lavorato a lungo come caporedattore per la piattaforma editoriale Exibart. Nel 2011 è nel gruppo che progetta e lancia la piattaforma Artribune, dove ancora oggi lavora come autore e membro dello staff di direzione. Svolge un’attività di approfondimento teorico attraverso saggi e contributi critici all’interno di pubblicazioni e cataloghi d’arte e cultura contemporanea. Scrive di arti visive, arte pubblica e arte urbana, politica, costume, comunicazione, attualità, moda, musica e linguaggi creativi contemporanei. È stata curatore dell’Archivio SACS presso Riso Museo d'arte contemporanea della Sicilia e membro del Comitato Scientifico, collaborando a più riprese con progetti espositivi, editoriali e di ricerca del Museo. Cura mostre e progetti presso spazi pubblici e privati in Italia, seguendo il lavoro di artisti italiani ed internazionali.